ISS Daily Report – Martedì 13 Aprile 2010

ISS Daily Report Martedì 13 Aprile 2010

In data di oggi, 40 anni fa da un veicolo NASA che si trovava in volo tra la Luna e la Terra, giunse una laconica frase: “Houston, we’ve had a problem”. Era l’equipaggio di Apollo 13, che aveva subito un’avaria al serbatoio di Ossigeno nel modulo di servizio. Al tempo, James Lovell, John Swigert e Fred Haise riuscirono nell’impresa rocambolesca di rientrare a Terra, sani e salvi.

EVA3 è iniziata alle 2:14 am, ed è terminata dopo 6 ore e 24 min, completando quasi tutti i compiti in programma. Anche qui la causa principale dei ritardi è dovuta al fissaggio del vecchio serbatoio ATA, all’interno della stiva dello Shuttle. EVA3 ha:
* collegato la linea dei fluidi al nuovo ATA.
* recuperato MMOD e ESP-2 (External Stowage Platform) trasferendoli poi nell’Airlock per il rientro a Terra.
* stivato il vecchio serbatoio ATA all’interno del Discovery.
* installato e attivato il punto di presa FGB (Fixed Grapple Bar) sul nuovo ATA.
* riposizionato il secondo  APRF (Articulated Portable Foot Restraint).
* preparata l’area sulla sezione del traliccio centrale Z1 per l’installazione di SGANT (Space-to-Ground Antenna) che verrà montata durante STS-132/ULF4 (il compito di EVA3 era di stendere i cablaggi per l’ingresso attraverso i connettori del portello sullo zenith di Z1).
i compiti che sono stati rimandati, riguardano:
* LWAPA (Light Weight Adapter Plate Assembly), da recuperare dal Columbus e stoccarlo nella stiva dell’orbiter.
* installazione in S1 del dispositivo di aggancio RGFSB.
* installazione di una unità video su Dextre (SPDM – Special Purpose Dexterous Manipulator).
* rimozione e sostituzione di una piastra di fissaggio per unità video esterna.

Dall’interno della Stazione il supporto ai due astronauti era dato da Jim Dutton e Steph Wilson che manovravano SSRMS, con Soichi in osservazione. Il compito principale è stata la movimentazione del vecchio serbatoio all’interno dello Shuttle.

Kotov e Kornienko hanno usato lo strumento CMS (un componente del più esteso della suite SKDS) per eseguire un controllo della qualità dell’aria all’interno del modulo SM (CO2 e acido acetico in primis).
In Nodo3, TJ Creamer ha prelevato alcuni campioni di acqua dal WPA. Le rispettive analisi sono poi state effettuate da TJ, utilizando il “Water Microbiology Kit e Microbial Capture Devices” per la ricerca di tracce biologiche indesiderate.

Sono proseguite le operazioni con MPLM Leonardo (Oleg, Soichi, Dex, Naoko, Steph e Dottie). I trasferimenti (in entrambi i sensi), sono stati completati al 95% e al 74% per il middeck di Discovery.

Elektron, avaria: il dispositivo Elektron (generazione via elettrolisi dell’Ossigeno) è al momento disattivato. I vari tentativi di troubleshooting non sono stati positivi. Mosca, sta soppesanto l’opzione di una possibile sostituzione o di utilizzare il generatore in modo fisso/manuale. Al momento resta disponibile OGS (Oxygen Generator System) del segmento USOS, che può essere attivato in qualsiasi momento. Dell’Ossigeno verrà comunque trasferito anche dallo Shuttle prima della partenza.

S1 NTA GPRV: gli specialisti da remoto non riescono ad aprire la valvola NTA GPRV (Nitrogen Tank Assembly Gas Pressure Regulating Valve) che è stata integrata nel nuovo serbatoio ATA.
NTA fornisce la pressione necessaria al serbatoio, che a sua volta alimenta il circuito esterno (Loop-A) del sistema di controllo termico ETCS (External Thermal Control System). Il circuito Loop-A al momento resta isolato da ATA e sta operando in modo nominale.
Si potrebbe però creare qualche problema nel momento in cui a causa di variazioni di volume (per esempio a fronte di variazioni termiche) e in modo automatico venga richiesto a ETCS di rifornire Ammoniaca dal serbatoio. E’ pertanto in corso una valutazione per stabilire se nelle condizioni attuali e future (nel breve) ci sarà bisogno di rabbocchi e allo stesso tempo, il lavoro necessario per bypassare il problema intervenendo sul sistema esistente.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.