ISS Daily Report – Domenica 11 Aprile 2010

ISS Daily Report Domenica 11 Aprile 2010

EVA2 è iniziata alle 1:30 am ed è terminata dopo 7 ore e 26 min, completando buona parte degli obiettivi preposti, ma non tutti. Infatti, a causa di un problema incorso con i fissaggi del nuovo serbatoio ATA sul traliccio S1, i due astronauti hanno sforato con i tempi e non hanno potuto completare tutto.

Durante EVA2 sono state effettutate le seguenti attività:
* spostamento del vecchio serbatoio ATA.
* posizionamento sul traliccio S1 del nuovo ATA e fissaggio con quattro bulloni.
* allestiti i collegamenti elettrici con il serbatoio.
* installato un Grapple Fixture Stowage Beams.
* riposizionato uno (su due) APFR (Articulated Portable Foot Restraint) per la prossima missione ULF4.
i compiti rinviati a EVA3 sono:
* i collegamenti per il fluido di ATA.
* rimozione e recupero di componentistica dalla piattaforma esterna, dedicata allo stoccaggio del materiale.
* dislocazione il secondo APFR

nota: il fissaggio di uno dei 4 bulloni ha portato via molto più tempo del previsto, ma alla fine è stato sistemato. Il tempo perso però è stato troppo per permettere ai due astronauti il proseguimento delle operazioni in programma. Sebbene avessero sufficiente Ossigeno e capacità di assorbire ulteriore CO2 (METOX), lo step per collegare i connettori fluido del serbatoio, avrebbe potuto causare una fuoriuscita di ammoniaca con eventuale contaminazione delle tute EMU. In una simile eventualità, si sarebbe rischiato seriamente di non avere tempo per le necessarie operazioni di controllo, verifica e azioni correttive.

Dall’interno della ISS, il supporto a EVA2 è stato dato da Jim Dutton e Steph Wilson ai comandi per la movimentazione di SSRMS e della relativa piattaforma di appoggio e lavoro dei due spacewalkers.

Oltre a EVA2, sono proseguite anche le operazioni con il modulo MPLM Leonardo:
* Dopo aver asportato una delle lampade di illuminazione di Leonardo (sia per evitare problemi di ingombro, che per procurasi un pezzo di ricambio per la Stazione) Stephanie Wilson e Naoko Yamazaki hanno trasferito il grosso TeSS (Temporary Sleep Station), spostandolo da Destiny fin dentro MPLM per il rientro a Terra.
* Naoko e Soichi hanno trasferito GLACIER da Leonardo e lo hanno installato in Lab.

Kotov ha allestito il necessario equipaggiamento, per registrare il suono anomalo che proviene da TVIS quando è in funzione, dal momento che non è chiara l’origine del rumore.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.