ISS Daily Report – Lunedì 08 Marzo 2010

ISS Daily Report  Lunedì 08 Marzo 2010

Jeff e Maxim hanno speso parecchio tempo nella Soyuz TMA-16 indossando le loro tute Sokol ed eseguendo dei test di tenuta relativamente alle stesse tute. Successivamente al test, guanti e tute sono state sottoposte ad asciugatura. Maxim, con l’aiuto di Oleg ha poi continuato il troubleshooting sul sistema di comunicazione intermodulare STTS, relativo al canale tra il modulo FGB e Soyuz TMA-17.

In US Airlock, Jeff Williams ha allestito l’equipaggiamento video per permettere a Terra di monitorare la rigenerazione (all’interno degli appositi fornelletti rigenerativi) delle cartucce METOX. Infatti uno degli altri problemi della volta scorsa era il fatto che era apparso un messaggio di temperatura non raggiunga quando in realtà era tutto normale. Poichè questo messaggio è classificato come non rimarchevole (nel senso che non vi è alcun rischio per la Stazione) la rigenerazione delle cartucce viene ritentata oggi stesso. Se l’errore si ripete, può essere ignorato, e consentire al rigeneratore di continuare a tentare di riscaldare e completare il ciclo di rigenerazione. L’errore potrebbe ripetersi come non pure non ripresentarsi, ma se la rigenerazione andrà a buon fine con le cartucce completamente rigenerate, verrà programma un’ulteriore attività di rigenerazione. Ad ogni modo, se l’anomalia dovesse ripresentarsi gli specialisti dovranno rivedere tutti i dati fin qui raccolti e formulare delle ipotesi di intervento.

Jeff ha condotto l’ispezione visiva dell’analisi in corso per i campioni di acqua potabile raccolti dal dispenser (circuito acqua calda e temperatura ambiente), lo scorso 06/03.

Con la camera airlock di KIBO attivata da remoto, Noguchi e TJ Creamer hanno eseguito una lunga fase di verifica delle condizioni operative del piccolo airlock. In primo luogo installando i dispositivi per il recupero dell’aria pompata nella fase di depressurizzazione (aria che verrà utilizzata per pressurizzare di nuovo) poi, eseguendo una serie di test di funzionamento.

Williams ha installato nuovamente l’attrezzatura per la ripresa video del payload Dewey’s Forest  (un payload all’interno di un programma educational, che vuole dimostrare come la gravità controlla le leggi della Natura e influisce sul nostro modo di pensare). TJ Creamer dopo aver predisposto il sistema FSS (Fluid System Servicer) in Nodo3 ha iniziato l’operazione di sfiato e spurgo da una delle valvole, che era servita per la carica di ammoniaca al circuito ITCS (Internal Thermal Control System) di Cupola.

Anche oggi, altra rinfrescata all’atmosfera della ISS con il rilascio di Ossigeno dalla Progress (durata di un’ora circa).

Dopo aver attivato MSG (Microgravity Science Glovebox), Jeff ha continuato il lavoro di troubleshooting dell’unità SODI (Selectable Optical Diagnostics Instrument). Oggi rimuovendo l’unità da MSG, ispezionando il modulo e fotografando le sottili connessioni elettriche dei vari connettori. SODI, dopo il successo dell’ultima sessione sperimentale non si è resettato in modo corretto e si crede che ci sia un problema con i connettori.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.