L’Iran lancia il razzo Kavoshgar-3 con carico biologico

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Martedì 3 Febbraio, in concomitanza del 31° anniversario della Rivoluzione Islamica, l’Iran ha lanciato il razo Kavoshgar-3 (Esploratore), alla cui sommità vi era una capsula sperimentale contenente piccoli animali.
Immagini televisive hanno mostrato un contenitore con un topo bianco cui erano collegati piccoli tubi  e altri  contenitori cui erano alloggiati rispettivamente vermi e piccole tartarughe.

Fonti dell’Agenzia Iraniana ILNA hanno riferito che si è trattato di un volo sub-orbitale, compiuto nel modo più soddisfacente. La capsula con gli animali è stata recuperata intatta e sarà inviata al Ministro della Difesa iraniano per l’analisi dei dati raccolti.

Al termine del volo il Presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad, ha affermato "E' una grande impresa inviare degli organismi viventi nello spazio e poterli riportare sulla Terra”. 

Nella stessa giornate di Martedì si è celebrata la "Giornata della Tecnologia Spaziale" ove il Presidente iraniano ha mostrato un nuovo razzo deminato Simorgh (Fenice) attrezzato per il trasporto di un satellite del peso di 100 kg in un’orbita di 500 chilometri. Contestualmente si sono potuti osservare i prototipi di nuovi satelliti fra cui il Toloo: un satellite per le comunicazioni che sarebbe il carico del nuovo razzo; il volo inaugurale è previsto fra tre anni.

Per completezza di cronaca si devono riportare i commenti negativi di Stati Uniti e Francia che vedono in questo lancio un possibile dispiego di armi tattiche da parte dell’Iran.