ISS Daily Report – Sabato 23 Gennaio 2010

ISS Daily Report  Sabato 23 Gennaio 2010

Il comandante Williams supportato da TJ Creamer e da Soichi ha impiegato parecchie ore per portare a termine, con successo, il riposizionamento del PMA-3. Durante l’operazione, sono state svolte attività correlate. Alcuni dettagli:
* regolato il sistema del portellone in Nodo-1 (e quello in cui è stato agganciato PMA-3 in Nodo-2), in modo da evitare che un eventuale attracco anomalo dello Shuttle, possa creare problemi alla apertura dei portelloni (impedendo quindi il passaggio Nodo1/Nodo3, o all’area pressurizzata di PMA).
* avvio del sistema di CBCS (Centerline Berthing Camera System) in Nodo2 per l’attracco di PMA-3
* aggancio del modulo con il braccio SSRMS, sgancio e successive manovre per agganciare PMA al boccaporto Zenith di Nodo2.
* fissaggio di sicurezza di PMA, manovra di allontanamento e poi di parcheggio di SSRMS all’esterno di Destiny.
* pressurizzazione e controllo di PMA.

Lo spostamento del modulo di accoppiamento pressurizzato PMA-3, si rende necessario per far posto al nuovo Nodo3, in arrivo con lo Shuttle.

Nel segmento Russo sono state completate le ultime verifiche all’interno di MRM2, fotografando i dispositivi di attracco per documentare visivamente le condizioni dei vari componenti e registrare eventuali anomalie (graffi, ammaccature, etc.). Successivamente, Suraev ha raccolto numerosi campioni di aria e ha eseguito un check sull’eventuale presenza di freon all’interno dei due moduli SM e FGB.

Oleg Kotov ha riservato circa due ore e mezza per una IFM al sistema elettrico di FGB, nel quale ha sostituito due batterie 800A esaurite con due pezzi nuovi. Dopo aver messo in sicurezza il sistema, l’astronauta per scollegare le batterie ha dovuto lavorare con cricchetto, cacciaviti, pinze e nastro.

In Kibo, Soichi ha eseguito il service dell’esperimento JAXA Dewey’s Forest (un payload educational, che intende mostrare come la gravità controlla le leggi della Natura. Una sorta di “catalizzatore per riscoprire il nostro rapporto con la natura vegetale e la storia millenaria dei nostri giardini”).

ISS reboost: Jeff Williams ha chiuso nuovamente le protezioni degli oblò, in vista del secondo reboost previsto per domani mattina di buonora.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.