ISS Daily Report – Lunedì 18 Gennaio 2010

ISS Daily Report  Lunedì 18 Gennaio 2010

Oleg e Maxim sono stati ancora parzialmente impegnati con le attività successive alla loro passeggiata esterna. La riconfigurazione alle condizioni pre-EVA si estende infatti anche a quei payload che erano stati momentaneamente rimossi, come ad esempio la ricollocazione all’interno di Pirs DC-1 di Matryoshka, il dispositivo con vaghe sembianze antropomorfe che contiene al suo interno sensibili sensori per la rilevazione e la misurazione dei livelli di radioattività cosmica.

TJ Creamer si è dedicato alla periodica rilevazione dei livelli di rumore generato dalla Stazione. Sono stati eseguiti 61 rilievi acustici da 12 posizioni specifiche all’interno dell’habitat. Lo strumento SLM (Sound Level Meter) è sostanzialmente un fonometro adatto alla raccolta e registrazione di misurazioni del rumore ambientale (in decibel), che non discrimina però le frequenze del rumore. Le registrazioni vengono poi riversate nel Laptop MEC.

Jeff Williams ha eseguito alcuni lavori al WHC (Waste & Hygiene Compartment) sostituendo una condotta e un filtro, ha poi ripulito il tutto. Tra l’altro ha raccolto gli attrezzi per la prossima operazione di sostituzione del serbatoio destinato al pre-trattamento.

Soichi ha impegnato diverse ore nell’Airlock US in preparazione della prossima missione Shuttle/20A, le attività sono state sostanziamente indirizzate all’allestimento delle EMU e delle relative attrezzature.

Maxim Suraev ha riservato circa un’ora di tempo per l’esercitazione e la rivisitazione delle procedure per le operazioni di riposizionamento della Soyuz TMA-16/20S, attualmente attraccata a poppa del modulo SM. La TMA-16 andrà ricollocata sul nuovo boccaporto messo a disposizione da MRM-2, chiamato anche Poisk “Ricerca”. Da parte sua Oleg ha dato una mano dall’interno di Poisk, eseguendo i necessari preparativi per l’attracco.

Oleg ha inoltre completato la IFM riguardo il processore di acqua di condensa SRV-K2M, in cui ha rimosso e sostituito l’unità di purificazione con una nuova. SRV-K2M con la sua unità multifiltro, converte l’acqua di condensa in acqua potabile, rimuovendo le impurità organiche e minerali. Successivamente l’acqua viene trattata con sali (per il gusto) e ioni per la conservazione, inoltre prima di arrivare al distributore finale può essere scaldata o intiepidita, a seconda se usata per il cibo o per bere.

Alle 11:40 am, EST Oleg Kotov ha eseguito una sequenza fotografica delle aree di Haiti colpite dal terremoto.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.