ISS Daily Report – Lunedì 05 Gennaio 2009

ISS Daily Report  Lunedì 05 Gennaio 2009

Prima di colazione, Sandy ha iniziato la parte 1 (su 5) del controllo acustico che si esegue periodicamente a bordo e viene svolto indossando un apposito dosimentro per 24 ore (con un microfono sul colletto della maglietta). Dopo questa prima parte, i dosimetri vengono posizionati in punti statici della Stazione e lasciati per altre 24 ore.

Dopo aver piazzato l’attrezzatura di ripresa video, Mike and Sandy hanno speso la maggior parte della loro giornata lavorativa installando il nuovo FCF CIR (Fluids & Combustions Facility/Combustion Integrated Rack). Si tratta di uno strumento progettato per supportare la ricerca sistematica sulla combustione e relativa nuova tecnologia sulla International Space Station.
Il CIR dispone di una camera di combustione di 100 litri, ed è circondata da sensori e altri dispositivo di rilevamento, tra cui un gas-cromatografo. Gli esperimenti sono attivati da remoto e controllati dal Telescience Support Center (TSC). Il CIR è il solo rack presente sulla Stazione, dedicato alla sperimentazione della combustione. CIR fornisce circa il 90% dei componenti hardware necessari per eseguire la maggior parte degli esperimenti di combustione, in microgravità. Il restante 10% viene fornito dal team di sviluppo hardware e ricerca, come ad esempio MDCA che sarà lanciato separatamente e integrato con il CIR una volta in orbita.
Il MDCA è un sistema multiutente, concepito per ospitare diversi esperimenti di combustione. Per questo tipo di esperimentiI due dispositivi permetteranno quindi, di ampliare l’accesso in ambiente di microgravità, con costi molto più abbordabili rispetto a prima.

In Kibo Sandy, ha installato ELKT (Experiment Laptop Terminal) per le sessioni sperimentali di DomeGene, collegandolo in modo appropriato, al rack Saibo. Sandy ha inoltre condotto la periodica manutenzione del tapis roulant TVIS, ispezionando le condizioni dei vari componenti e della imbragatura ed eseguendo, una serie di fotografie per permettere ulteriori valutazioni dal team a Terra.

alle 2:30 pm EST, Magnus ha condotto una teleconferenza con gli specialisti per discutere la situazione attuale del CQ (Crew Quarter – l’alloggiamento individuale degli astronauti per dormire o cambiarsi).

Expose-R, aggiornamento: durante EVA-21 si era verificato il fallimento della corretta installazione del payload e la causa sembra sia un errore di alcune connessioni durante l’assemblaggio a Terra. Si pensa di sistemare il payload nel corso di una EVA successiva.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.