Quattro “farfanaute” a bordo della Stazione Spaziale

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Dal 1 Dicembre, quattro farfalle della varietà [url=http://en.wikipedia.org/wiki/Painted_Lady]Painted Lady[/url] sono ospiti della Stazione Spaziale Internazionale.
Queste “farfanaute” fanno parte di un esperimento educativo lanciato il 16 Novembre con lo Space Shuttle Atlantis, e di seguito trasferito sulla Stazione Spaziale. Gruppi di studenti di tutte le età stanno seguendo lo sviluppo del minuscolo equipaggio dallo stato di larva a quello di farfalla.

Stefanie Countryman, payload mission manager della BioServe Space Technologies , ha spiegato che tutte e quattro le larve avevano formato la propria crisalide, ed il 30 Novembre erano fuoriuscite due farfalle, e la nella notte seguente erano scaturite altre due farfalle. L’esperimento è stato installato in un Commercial Generic Bioprocessing Apparatus dell’azienda BioServe, un contenitore delle dimensioni di una valigetta usato per condurre esperimenti nello spazio.

Nelle varie classi sparse in tutti gli Stati Uniti, gli studenti hanno allestito degli habitat e stanno in questo momento replicando l’esperimento spaziale. Il loro obiettivo è quello di comparare la crescita ed il comportamento delle larve e delle farfalle terrestri con quelli degli omologhi ospitati sull’ISS.
La BioServe rilascia i video delle “farfanaute” non appena possibile. Il primo video, quello del 30 Novembre, mostra solamente una farfalla. I filmati verranno postati su YouTube e su BioEd Online ([url=http://www.bioedonline.org]www.bioedonline.org[/url]). Anche le fotografie delle farfalle sono disponibili su BioEd Online.

La Dr.ssa Nancy Moreno, professore di scienze della salute e direttore associato senior del Baylor College of Medicine’s (BCM) Center for Educational Outreach. Ha spiegato che sembrava che le larve non avessero problemi a vivere ed alimentarsi in orbita, e che ora, le opportunità di indagare gli effetti della microgravità sul comportamento, sullo sviluppo delle ali e sul volo degli esemplari adulti stava per incominciare.

Il segmento di terra di tutte le attività è sponsorizzato dal National Space Biomedical Research Institute e implica lo sforzo cooperativo di diverse organizzazioni scientifiche ed educative. I Project Partners includono la BioServe Space Technologies dell’University of Colorado presso Boulder, BCM, Orion’s Quest, The Butterfly Pavillion, Challenger Learning Center of Colorado, e la NASA. Il supporto addizionale è fornito dall’Huston Endowment Inc., e dall’Howard Huges Medical Institute.

La guida sulle farfalle per l’insegnante può essere scaricata da BioEd Online. Questa guida fornisce informazioni sulle ordinazioni delle larve, oltre a delle semplici istruzioni per la creazione di habitat a basso costo e per la cura delle larve e delle farfalle. La guida illustra inoltre, degli esempi di indagini scientifiche in modo tale da permettere agli studenti di ideare e condurre le proprie sperimentazioni.
Le foto ed i filmati vengono archiviati, in modo tale da permettere alle classi di poter partecipare ad ogni momento e di poter comparare le proprie larve con quelle spaziali alla stessa fase dello sviluppo.

Tramite questa attività educativa, gli studenti acquisiscono le capacità legate all’osservazione scientifica eseguendo dei dettagliati bozzetti dello sviluppo delle larve, Inoltre esso insegna agli studenti a porsi quesiti scientifici, ad osservare dettagli e differenze ed ad utilizzare delle prove per suffragare le proprie conclusioni.

Le immagini ed i filmati delle “farfanaute” sono disponibili qui.

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)

Potrebbero interessarti anche...