ISS Daily Report – Venerdì 27 Novembre 2009

ISS Daily Report  Venerdì 27 Novembre 2009

STS-129 Atlantis è riuscito ad atterrare al KSC alla prima opportunità, e quando le ruote si sono fermate sulla pista erano le 9:45 am EDT. Atlantis ha eseguitop 171 orbite e ha completato la sua missione senza problemi.

A bordo della ISS invece si svolgono i preparativi per la discesa della Soyuz TMA-15 prevista per il prossimo Lunedì  30/11. Romanenko e DeWinne hanno condotto altri test a bordo del modulo di discesa della Soyuz.
Per essere fisicamente “pronto” al rientro in gravità la prossima settimana, Romanenko ha inoltre completato il suo ciclo con la tuta Chibis russa che adotta un sistema di pressione per abituare la pressione cardiovascolare alla gravità.

Thirsk all’interno del laboratorio Kibo ha lavorato al nuovo payload DECLIC (Device for the Study of Critical Liquids & Crystallization) inserito in Express Rack4. DECLIC è un esperimento franco/americano che in ER4, prende lo spazio di due vani. Esso, ha lo scopo di investigare il comportamento dei fluidi in alta e bassa temperatura, loro reattività chimica e altre particolarità di interesse scientifico. DECLIC è progettato per il controllo remoto per una modalità “telescienza” in cui gli scienziati a Terra possono visualizzare e modificare le condizioni sperimentali definite, senza l’intervento degli astronauti a bordo.

Nel frattempo all’interno di MRM2, Maxim ha eseguito dei test sul pannello dedicato agli allarmi, per verificare che la temporanea patch software inviata, abbia effettivamente l’effetto desiderato di “mascherare” gli allarmi di MRM2 come si vorrebbe.

Alle 4:50 DeWinne e Romanenko hanno tenuto un’intervista con Gary Jonston, from “Russia Today” (il primo canale televisivo russo per le notizie diffuse sull’arco delle 24 ore, in inglese).

Avviso detriti:
si prevedono due congiunzioni con un detrito spaziale di un Razzo Delta (oggetto 25619) e un secondo oggetto chiamato HitchHiker 1 (Object 614). La tracciatura prevede:
1) un primo TCA (Times of Closest Approach – Tempo/Distanza di Sfioramento) per il giorno 28/11 alle 6:05 pm EST, con una probabilità di collisione di 1 a 74000, che inserisce l’evento in red zone.
Si sta pertanto lavorando ad manovra DAM da eseguire domani alle 2:15 pm EST (con decisione Go/No Go da prendere domani alle 00:35 am)
2) un secondo TCA alle 10:05 am per il 30/11 ma andrebbe a decadere nel caso di una DAM per il primo oggetto.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.