ISS Daily Report – Giovedì 12 Novembre 2009

ISS Daily Report  Giovedì 12 Novembre 2009

Alle 10:44 am EST, lo speciale cargo Progress usato per trasportare MRM2 è giunto a destinazione. Ha attraccato con successo al boccaporto in posizione Zenith (il lato che da verso lo spazio esterno) del modulo russo SM. L’operazione è avvenuta sotto il controllo del sistema automatico KURS e non è stato necessario l’intervento umano con il sistema manuale TORU. La Stazione nelle fasi di final approach è stata messa in volo libero per circa 20 min. e disabilitati i motori di correzione, ad aggancio eseguito è stato ripristinato il controllo automatico di assetto. Non sono mancate, le più vive congratulazioni indirizzate al controllo di volo di Mosca.

Le operazioni di avvicinamento, rendezvous e docking sono state seguite da Suraev e Romanenko attraverso il sistema presente in FGB (Zarya) e basato sul Laptop A31p appositamente configurato per le riprese video.
I due astronauti avevano in precedenza, opportunatamente preparato il boccaporto in posizione Zenith configurandolo e collegandolo al sistema di comunicazioni.

Come al solito, per evitare possibili e pericolosi danni agli oblò i medesimi sono stati protetti chiudendo i loro schermi. Successivamente al docking Suraev e Romanenko hanno eseguito tutta una serie di operazioni standard post- docking, smontando l’attrezzatura non più necessaria e configurando i sistemi per il nuovo arrivato (collegamenti ombelicali per il trasferimento di carburante, alimentazione elettrica e dati).
Si è dato seguito alla apertura del portellone, dopo la consueta ora di test per verificare eventuali perdite.

Nel frattempo Williams ha dedicato un controllo di routine al forno per il cibo all’interno del Rack E6. Forno che era stato installato da Mike Fincke all’inizio del 2009.

Nicole si è dedicata ad eseguire il troubleshooting in Nodo-2 e che riguarda la ventilazione di uno dei crew quarter (cuccetta), ha eseguito delle prove empiriche sui sensori di flusso comprendoli alternativamente, per verificare su quale lato fosse presente il sensore in avaria.

Nicole si è poi dedicata ad una sessione di lavoro con COLBERT, indossando la fascia strumentata con trasduttori. I dati registrati, sono stati poi scaricati e registrati.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.