SpaceX completa i tests per il primo ed il secondo stadio del Falcon 9

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

La compagnia Space Exploration Technologies, SpaceX, ha reso noto il completamento, avvenuto con successo, dei tests di accettazione del primo e del secondo stadio del vettore Falcon 9, in vista del suo volo inaugurale. I tests sono avvenuti presso lo SpaceX's Texas Test Site, un impianto di 300 acri, per le prove strutturali e propulsive, situato alle porte di Waco, Texas.
Entrambi gli stadi sono stati sottoposti ad una serie di carichi strutturali e di prove a pressione per verificarne la loro idoneità al volo. I test di accettazione sono iniziati sul finire dell'estate, con il primo stadio, e si sono conclusi la scorsa settimana al termine del testing del secondo stadio.

Elon Musk, amministratore delegato nonché direttore tecnico della SpaceX, ha dichiarato in una nota ufficiale rilasciata ai media, che il successo di questi test segnano un altro fondamentale step in vista del primo volo del Falcon 9. “Il nostro team ora proseguirà con un'accensione statica del primo e del secondo stadio, superando così un ulteriore gradino prima del trasferimento del flight hardware presso il launch pad della SpaceX a Cape Canaveral.”

Il volo inaugurale del Falcon 9 sarà un “demonstration flight”, e si terrà da uno a tre mesi dopo l'arrivo del vettore a Cape Canaveral, previsto per il mese prossimo. La data definitiva del lancio dipenderà dal rispetto della programmazione, dalle condizioni meteorologiche e dal tempo necessario per la rifinitura delle interazioni degli equipaggiamenti “vehicle-to-ground”.  Il carico del primo Falcon 9 sarà costituito da una [url=http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=11734.0]qualification unit[/url] del  veicolo Dragon, che verrà immessa in orbita per permettere ai tecnici di ottenere delle informazioni utili sull'aerodinamica e sulle prestazioni del vettore.

Il secondo volo del sistema Falcon 9/Dragon sarà il primo volo nell'ambito del programma COTS (Commercial Orbital Transportation Services) della NASA, la partnership commerciale-governativa  sotto cui la SpaceX sarà chiamata a dimostrare le proprie capacità di agganciare un proprio veicolo all'International Space Station, di trasferire il carico, e di riportare il materiale sulla Terra in sicurezza.

La società SpaceX sta sviluppando una famiglia di lanciatori e di veicoli spaziali che intendono incrementare l'affidabilità e ridurre il costo dei sistemi di trasporto spaziale sia abitato che non, di un fattore dichiarato di dieci. La società punta a raggiungere questo obiettivo con i veicoli Falcon 1 e Falcon 9 che saranno in grado di inserire carichi in qualsiasi orbita e con qualsiasi inclinazione. A partire dal 2010 , il veicolo Dragon fornirà la capacità di trasporto di carichi pressurizzati e non in LEO, e sarà in grado di rifornire l'International Space Station.

Nell'immagine, che è (C) di Space Exploration Technologies Corp. il secondo stadio del Falcon 9 montato su di un Falcon 9 interstage, spurga del vapore dal suo serbatoio dell'ossigeno liquido nel corso dell'acceptance testing presso lo SpaceX's Texas Test Site di Waco, Texas.

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)

Potrebbero interessarti anche...