ISS Daily Report – Venerdì 09 Ottobre 2009

ISS Daily Report  Venerdì 09 Ottobre 2009

Subito dopo la sveglia, Barratt, Stott, Thirsk, DeWinne e Williams hanno eseguito il loro terzo prelievo di sangue e quello della saliva, per lìesperimento biomedico INTEGRATED IMMUNE. Nicole ha inoltre documentato fotografando le sequenze e poi i campioni sono stati stivati nella Soyuz TMA-14 per il rientro. Alle 4:45 am EDT, Gennady Padalka e Barratt hanno discusso per un’ora, collegati con gli specialisti riguardo gli aspetti più delicati della partenza e atterraggio della Soyuz.

Mike con Jeff  e Romanenko con Suraev si sono affrettati a concludere il passaggio delle consegne.

Padalka ha comunque continuato l’ultimazione del materiale da stivare a bordo della capsula lavorando per altre 5 ore. La maggior parte del carico stivato nella Soyuz per il rientro a Terra è relativo a risultati di payload scientifici e varie campionature, oltre al materiale di Guy Lalibertè (fotocamera, memory cards, video cassette e articoli commemorativi). Il materiale da gettare ovviamente si ferma prima, cioè nel modulo orbitale destinato alla distruzione.

Nella tarda giornata, dopo il suo pisolino del pomeriggio, Nicole ha avuto l’onore di eseguire il primo esercizio con il nuovo COLBERT. Per l’occasione l’attrezzatura è stata monitorata da ben tre telecamere per tutta la fase di uso/test e calibratura. COLBERT è rumoroso e l’equipaggio presente in Nodo-2 deve per regolamento indossare delle protezioni per filtrare un po’ il rumore.

Romanenko e Suraev hanno lavorato nel modulo SM, ai sistemi di telemetria e ai vari dispositivi per far si che tutto sia a posto al momento della partenza della Soyuz

Dopo aver predisposto l’attrezzatura video in alta definizione, tutto l’equipaggio si è raccolto per eseguire la tradizionale cerimonia del cambio di comando da Padalka a DeWinne, con il seguito dei nuovi effettivi di Expedition 21. Come al solito, nel segmento russo il passaggio delle consegne avviene firmando in calce un protocollo in due copie, una torna a Terra e l’altra copia resta in archivio sulla ISS.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.