Completato lo sviluppo di un motore ausiliario per Ares-1

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Il Marshall Space Flight Center della NASA ha completato la prima fase di sviluppo di un piccolo motore a propellenti solidi necessario al buon funzionamento del secondo stadio del lanciatore Ares-1.
Il test finale di questa fase è stato effettuato con completo successo l'8 Ottobre presso il Test Stand 116 nel Centro Marshall East Area Test, situato ad Humtsville, Alabama.
[url=http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=7987.0]Il motore in questione [/url] è denominato di "ullage", dal termine Francese che caratterizza il vuoto che si crea in una bottiglia tra il vino e il fondo del tappo.
Esso ha dimensioni ridotte, avendo un diametro di soli 23 cm ed una lunghezza di 47 cm, ed è in pratica derivato dai motori di separazione laterale usati dagli SRB dello Space Shuttle.
Sulla gonna inferiore del secondo stadio ne saranno montati quattro, spaziati di 90°.
Dopo 125,8 secondi dal decollo, al momento della separazione tra i due stadi, i motori entreranno in funzione.
Con la spinta in avanti, essi garantiranno lo schiacciamento verso il  fondo dei propellenti liquidi del secondo stadio, favorendo così l'alimentazione del motore a propellenti criogenici J-2X.
Il progetto e lo sviluppo dei motori vede coinvolti il Marshall SFC, la ATK Space System e la AMRDEC, ente della US Army che cura lo sviluppo missilistico per l'Aviazione dell'Esercito.
La costruzione succesiva è stata appaltata alla Boeing Company che si avvarrà della ATK come subappaltatore.
Queste due società cureranno la prossima serie di test, in programma dalla primavera del 2010.

Fausto dell'Orto

Fausto dell'Orto, articolista storico di AstronautiNEWS e gia' attivo su ForumAstronautico.it, ha collaborato con questo blog dalla sua fondazione fino al luglio 2011.