Diciotto nuovi satelliti da lanciare per la Space-X.

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Le società ORBCOMM Inc. e Space-X hanno firmato un contratto che prevede il lancio in orbita di 18 nuovi satelliti per telecomunicazioni utilizzando il vettore Falcon 1e .
I satelliti in questione sono denominati ORBCOMM Generation 2 (OG2), essi verranno lanciati in orbita a gruppi (probabilmente di tre, per un totale di sei lanci), a partire dal 2010 e sino al 2014.
Il vettore Falcon 1e è una versione potenziata dell'attuale razzo Falcon 1 della società Space-X, destinata a immettere in orbita carichi di peso maggiore e con un maggiore grado di precisione..
I 18 satelliti di seconda generazione sostituiranno gradualmente la costellazione attuale della ORBCOMM, posta in orbita negli ultimi anni del decennio scorso.
La nuova generazione fornirà servizi con capacità sino a 12 volte quella della prima, ogni nuovo satellite peserà circa 140 kg, contro i circa 40 kg degli attuali.
I satelliti OG2 forniranno comunicazioni globali Machine-to-Machine (M2M) e offriranno un servizio Automatic Identification System (AIS) agli utilizzatori.
Tra i clienti attuali della rete di satelliti si notano:  Caterpillar, Doosan Infracore America, General Electric, Hitachi Construction Machinery, Hyundai Heavy Industries, Komatsu, Manitowoc Crane Companies e Volvo Construction Equipment.

  Ove non diversamente indicato, questo articolo è © 2006-2023 Associazione ISAA - Leggi la licenza. La nostra licenza non si applica agli eventuali contenuti di terze parti presenti in questo articolo, che rimangono soggetti alle condizioni del rispettivo detentore dei diritti.

Fausto dell'Orto

Fausto dell'Orto, articolista storico di AstronautiNEWS e gia' attivo su ForumAstronautico.it, ha collaborato con questo blog dalla sua fondazione fino al luglio 2011.