ISS Daily Report – Venerdì 07 Agosto 2009

ISS Daily Report  Venerdì 07 Agosto 2009

Questa mattina con Kopra, Thirsk e DeWinne al comando di SSRMS e al controllo di CBCS (la telecamera di mezzaria del sistema di ormeggio), il PMA-3 è stato riposizionato con successo dall'attracco Nadir di Nodo-1 a quello Port (per intenderci a sinistra della direzione di volo). Per sicurezza, sono stati disabilitati per circa 6 ore i thrusters di spinta russi.
Il riposizionamento si rende necessario per permettere all'equipaggio di lavorare in condizioni pressurizzate, alla configurazione della paratia del boccaporto Port di Nodo-1. Una volta che i lavori di configurazione verranno terminati, il PMA-3 verrà riportato al boccaporto Nadir, per permettere il definitivo ancoraggio di Nodo-3 alla boccaporto Port di Nodo-1. Nodo-3 che verrà portato su da STS-130, mission 20A.

Romanenko, si è occupato del trasferimento dei liquidi (urine) da 6 contenitori, al serbatoio della Progress 34P. In seguito all'interno della Soyuz TMA-15, ha eseguito un controllo del pannello del sistema Neptune, individuando i file di Log dei comandi avvenuti durante il volo 19S. Questi dati si rendono necessari per studiare l'attività del pannello di controllo operazioni Neptune (QUI una vista del pannello).
E' stata anche l'occasione (programmata) per la ricarica della batteria del Motorola Iridium utilizzato per eventuali operazioni rescue (in caso di rientro balistico etc etc.)

Mike Barratt all'interno del US Airlock è riuscito dopo un'ora e mezza a sistemare gli ultimi utensili utilizzati nelle uscite EVA della appena conclusa mission 2J/A. Sempre nell'airlock, Kopra sta ciclicamente seguendo le operazioni di rigenerazione delle cartucce METOX (assorbono/eliminano CO2 nelle EMU).

SKV1, aggiornamento:
purtroppo le operazioni di sostituzione e riparazione dell'SKV1, non sono andate molto bene. Dopo aver installato il nuovo scambiatore di calore, si sono accorti di una perdita di Freon nella linea che va dal compressore allo scambiatore. Dopo un laborioso troubleshooting è stato individuato un raccordo su cui si è provato e riprovato (allentamento e serrando) e anche quando è stata sostituita la rondella di tenuta, e scambiato i raccordi tra le due linee, non c'è stato nulla da fare. Alla fine perdevano i raccordi di entrambe le linee. In accordo con gli specialisti di Mosca, sono stati rilasciati all'interno della cabina 5 grammi di Freon. Al momento SKV1 non è ancora funzionante, resta SKV2 che opera a regime nominale.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.