ISS Daily Report – Mercoledì 05 Agosto 2009

ISS Daily Report  Mercoledì 05 Agosto 2009

DeWinne si è dedicato alla prosecuzione delle misurazioni acustiche all’ìnterno della Stazione. Questo tipo di rilevamenti si articolano in diverse fasi, che vanno dalle registrazione post-sonno dei dispositivi individuali, che indossano gli astronauti, alla misurazione con tre distinti sensori all’interno dei vari moduli di cui uno piazzato all’interno di Kibo in un vano rack ancora vuoto e lontano dal flusso di aria indotta dalla circolazione forzata.
DeWinne a fotografato le location e ha iniziato la registrazione dei dati che si sviluppa in più step nel corso della giornata lavorativa.

Nel segmento Russo Padalka e Romanenko continuano il loro lavoro sul condizionatore SKV1 e in questo caso si è trattato di svuotare il circuito dal Freon, riversandolo all’interno di un’apposito contenitore. Nel prossimo step si dovrà rimuovere lo scambiatore di calore. Inoltre i due hanno eseguito uno specifico controllo sulla ventola del deumidificatore presente nel modulo di discesa della Soyuz 18S. Entrambi, hanno poi continuato la raccolta delle merci stipate nella Progress.

Tim Kopra, sempre in fase di familiarizzazione con la Stazione, ha comunque supportato JAXA predisponendo l’attrezzatura fotografica per le riprese della Luna. Si tratta di una attività all’interno di un programma educational di JAXA.

Romanenko aveva inoltre in programma un nutrito numero di attività di service e manutenzione, ad esempio:
* la configurazione della relativa pompa e inizio delle operazioni di trasferimento di acqua “fresca” dal serbatoio della Progress, operazione controllata nel suo svolgimento, dallo stesso Roman.
* il controllo, con l’uso dello strumento CMS, della presenza di eventuali sostanze nocive in vari punti all’interno del segmento russo.
* il controllo del livello di sedimenti nel gruppo che processa l’acqua di condensazione.
* la sostituzione di alcune maschere antigas, ormai datate.

Barratt, Kopra e DeWinne si sono dedicati alla preparazione di alcuni materiali per la prossima missione STS-128

ATA Isolation Test:
ieri da Terra è stato completato il test di isolamento di ATA (Ammonia Tank Assembly) sulla sezione P1, che mirava a isolare una sezione del circuito del ETCS (External Thermal Control System) per un periodo di tempo di 4 giorni. Durante il test, tutti i parametri sono rimasti a livelli soddisfacenti nonostante l’esclusione del suddetto circuito. Il test doveva fornire alcune conferme agli specialisti oltre che, prendere una certa confidenza con questo tipo di operazioni. Il tutto in vista dell’arrivo di STS-128 con a bordo oltre al MPLM, anche un nuovo ATA Ammonia Tank Assembly.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.