ISS Daily Report – Martedì 28 Luglio 2009

ISS Daily Report  Martedì 28 Luglio 2009

Flight Day 14, giorno di partenza per Endeavour.

Dopo gli ultimimi preparativi, sia sul lato ISS che da parte dell’equipaggio dell’Orbiter, lo Shuttle Endeavour si è separato dalla Stazione nel pomeriggio al 1:26 pm.
Dopo il distacco dal boccaporto PMA-2, lo Shuttle ha eseguito una lenta rotazione di 360° gradi attorno la ISS, eseguendo tutta una serie di fotografie, atte a testimoniare la configurazione ultima della Stazione. L’Orbiter è atteso al Kennedy Space Center per il prossimo Venerdì 31/07.

Torna a casa, Koichi Wakata e al suo posto in qualità di FE-2, resta a bordo della International Space Station, Tim Kopra.

Nel frattempo a bordo della ISS si attende l’arrivo del cargo rifornimenti, Progress 34P. L’attracco è previsto per domani 29/07 e Gennady con Romanenko, si sono ulteriormente esercitati con il sistema TORU, in presenza anche degli specialisti di Mosca, in teleconferenza.

Commander Padalaka ha avuto modo di occuparsi anche del programma Russo TIPOLOGIA, che ha lo scopo di raggiungere una certo grado di capacità nel saper individuare caratteristiche e manifestazioni legati alla sfera caratteriale degli astronauti, per la valutazione comportamentale del soggetto.

In questa giornata in cui il personale era occupato in operazioni di stratta routine, Bob Thirsk si è dedicato alla manutenzione del sistema ARED e la suo sistema di isolamento delle vibrazioni, lubrificando parti in movimento, controllando giochi e condizioni generali.

Dispositivo CDRA (Carbon Dioxide Removal Assembly):
il CDRA è stato riavviato con successo in modalità automatica sotto il controllo del computer LA3 Multiplexer/Demultiplexer, dopo una apposita patch per il comando di startup (che ora esegue una serie ampliata di controlli in fase di avvio). Pertanto al momento CDRA è tornato a funzionare in modo nominale e, all’interno della Stazione, non si segnalano significativi livelli di degradazione di anidride carbonica. Ad ogni modo Huston terrà alta l’attenzione nel monitorare la situazione di CO2.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.