ISS Daily Report – Venerdì 10 Luglio 2009

ISS Daily Report  Venerdì 10 Luglio 2009

Padalka si è occupato della periodica manutenzione al sistema Russo di rimozione impurità BMP (Harmful Impurities Removal System), iniziando un ciclo di pulizia del letto assorbente attraverso il sistema di rigenerazione.

Poi assieme a Romanenko, si sono dedicati ad una profonda e dettagliata analisi delle procedure e raccomandazioni per il programmato rendezvouz con Progress 33P, ripassando passo passo la prova di approccio finale di attracco (simulato). Il tutto con il supporto degli istruttori a Mosca.

Il re-rendezvous è pianificato a grani linee in questo modo:
* Attivazione del sistema KURS della 33P, alle 11:28 am EDT
* Abilitazione all’approccio finale su SM.
* Inizio Flyaround a 400 m.
* Avvio approccio finale di attracco su SM
* Inizio manovra di “breakout” (con due accensioni)

Il test con il cargo 33P serve per verificare che le antenne del KURS-P appena installate in prossimità del modulo di trasferimento SM PkhO, boccaporto zenith,  funzionino correttamente.
La manovra di aborto è prevista a circa 11,5 m dal boccaporto, poi verrà attivata la manovra di “breakout” per l’allontanamento.

Frank DeWinne ha conlcuso la sessione di ICV (che vuole quantificare la portata -nel tempo- della atrofia cardiaca dell’organismo umano) eseguendo tutta una serie di trasferimenti dei dati scintifici, raccolti durante le sedute.

All’interno di Kibo, Wakata ha eseguito il cruciale controllo del MRDL  connettendo e poi attivando PLT (Payload Laptop Terminal) su ELT (Experiment Laptop Computer) e verificando la connettività con dei Ping-test.
Cruciale perchè sebbene alcune discrepanze su indirizzi MAC fossero state corrette con un aggiornamento del software, la massiccia trasmissione di dati prevista con il nuovo esperimento MAXI che giungerà con STS-127 e la piattaforma JEF potrebbe creare conflitti di risorse. Aver incluso PLT nella “catena” dati, consente una pre-elaborazione dei dati scientifici in downlink.

Alle 4:30 am EDT, l’equipaggio ha eseguito il regolare collegamento con il controlli di volo di Mosca e Huston.

Alle 10: am, Gennady ha avuto un collegamento con gli specialisti di Mosca per discutere la situazione settimale del materiale inventariato con IMS

BGA 2B, situazione:
ieri, il giunto cardanico BGA 2B (Beta Gimbal Assembly 2B) del pannello solare ha iniziato a manifestare un incremento di eventi elettrici (correnti > 0,75 A) mentre era in modalità autotrack.
Gli specialisti a Terra hanno assunto il controllo manuale e messo in stallo il motore, ma al momento nonostante gli sforzi BGA è bloccato a 163,9°.
L’energia generata è sufficiente, ma la diminuzione dell’angolo Beta solare sta portando l’attuale posizione in una situazione rischiosa, perchè entrerà in una condizione d’ombra. L’autoregolazione della porta SARJ associata è stata inibita ed è passata in manuale. Al momento non sono state trovate opzioni per eliminare l’inceppamento di BGA-2B.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.