ISS Daily Report – Lunedì 27 Luglio 2009

ISS Daily Report  Lunedì 27 Luglio 2009

Le operazioni di EVA-5 sono state completate con successo. La passeggiata spaziale è stata eseguita da Chris Cassidy e Tom Marshburn, ed è durata poco meno di 5 ore.

I compiti principali di EVA-5 erano:
* riposizionamento delle coperture termiche di SPDM (il manipolatore Dextre)
* riconfigurazione del pannello del segmento centrale Z1, per ottenere la piena ridondanza del CMGs (Control Moment Gyroscopes).
* Installazione di video camere davanti e dietro la nuova piattaforma JEF

A causa di alcuni vincoli dei consumabili delle tute, il PAS (Payload Attach System) su S3 non è stato allestito, L’equipaggio ha invece completato i seguenti tasks:
* installato un passamano e una piastra per il blocco dei piedi sul JPM
* installato una gap spanner sul NODO-2 (qui con il termine “gap spanner” si intende una cinghia di tessuto, stesa tra i vari corrimano e che serve come ulteriore appiglio agli astronauti durante le attività extraveicolari)
* riposizionato una piastra per il blocco dei piedi, in previsione delle operazioni di STS-128.

Inoltre il Modulo Logistico che era servito per il trasporto del JLE è stato sganciato “passato di mano” da SSRMS a SRMS per inserirlo nella stiva dell’Orbiter, per il rientro. Poi il controllo da Terra ha eseguito gli opportuni riposizionamenti del carrello MBS e di SSRMS in aree di parcheggio, in vista della prossima partenza di Endeavour.

Al rientro della coppia EVA-5, Mike Barratt ha eseguito riprese fotografiche dei guantoni delle EMU e ha fornito tutto il necessario supporto post-EVA.

Wakata si è occupato della chiusura delle protezioni degli oblò di KIBO, per evitare danni da detriti provenienti dallo Shuttle in partenza e/o dalla Progress in arrivo.

Dispositivo CDRA (Carbon Dioxide Removal Assembly):
è stata pianificata una major IFM (Inflight Maintenance) per il CDRA, a tal proposito Thirsk si è dedicato alla ricerca del pezzo di ricambio sulla Stazione. Al momento a seguito di alcune riconfigurazioni e del funzionamento in modalità manuale, il livello di anidride carbonica all’interno della Stazione è tenuto basso anche grazie all’uso di 2 cartucce giornaliere di LiOH (Lithium Hydroxide).

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.