ISS Daily Report – Domenica 26 Luglio 2009

ISS Daily Report  Domenica 26 Luglio 2009

Flight Day 10 per STS-127.

Mike e Tim Kopra hanno eseguito una ispezione dettagliata di HMS CMRS (Health Maintenance System/Crew Medical Restraint System) stoccato nell’apposito rack. Si tratta di parte della complessa attrezzatura per eseguire interventi medici di primo soccorso e/o procedure di emergenza per la riattivazione cardiocircolatoria in caso di arresto cardiaco.

In previsione del prossimo attracco della Progress 34P, Barratt ha lavorato con Romanenko all’allestimento degli apparati audiovisivi per la registrazione dell’evento di docking. Non solo, Mike aveva anche l’incarico per eseguire la preparazione della attrezzatuta e degli utensili per EVA-5.

A tal proposito l’equipaggio si è riunito alle 3:28 pm per il consueto ripasso dei compiti che riguardano EVA-5. In serata si sono predisposti al “campout”  Tom Marshburn e Chris Cassidy.

Alle 2:18 pm l’equipaggio si è riunito per una conferenza con i media presenti nei centri NASA, alla fine è stata eseguita la tradizionale foto di gruppo.

Dispositivo CDRA (Carbon Dioxide Removal Assembly):
durante il giorno 25/07 il “letto” assorbente CDRA ha manifestato un aumento della temperatura durante il ciclo di funzionamento HC1. Le temperature sono costantemente salite fino ad un punto in cui è stata sconnessa l’alimentazione del letto assorbente primario. Sono stati eseguiti diversi troubleshooting, ma nessuno ha portato alla risoluzione definitiva del problema.
La temperatura massima raggiunta è stata di circa 224 C° (435° F) che è maggiore del limite di spegnimento gestito automaticamente dal software, pari a 221 C° (430° F) ma che è più bassa del limitatore dello stesso CDRA che ha la soglia a 238C° (460° F). Di fatto, c’è una scheda di controllo che ha un comportamento anomalo a seconda della soglia di temperatura raggiunta. Pertanto, CDRA è stato riacceso in modalità manuale e al momento sta lavorando alla eliminazione della anidride carbonica. Nel frattempo si deciderà l’azione da attuare.

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.