STS-127 La NASA ritiene di aver individuato la causa delle perdite di idrogeno

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Ieri, John Shannon, Top Manager del Programma  Space Shuttle, ha dichiarato che gli ingegneri della NASA ritengono di aver individuato la causa esatta delle perdite di Idrogeno gassoso riscontrate durante i tentativi di lancio della missione STS-127 Endeavour, il 13 ed il 17 giugno scorsi.
Secondo le dichiarazioni di Shannon, la piastra cui è fissata la linea di sfiato dell'idrogeno non è correttamente allineata con la corrispettiva controparte dell'ET-131, per cui la guarnizione interposta non garantisce la tenuta del fluido.
Durante il Week-end, i tecnici preposti hanno effettuato le misurazioni per rilevare il preciso disallineamento.
Ora si procederà allo smontaggio del sistema, per poi procedere ad un nuovo posizionamento, con la sostituzione della guarnizione interposta.
Entro una decina di giorni, si procederà poi ad effettuare un test completo di carico nell' External Tank di entrambi i propellenti, ossigeno ed idrogeno liquidi, per confermare l'idoneità dei nuovi componenti.
Solo dopo il completamento positivo di questo test si procederà a preparare l'Endeavour per il lancio, previsto per l'11 Luglio prossimo.

Fausto dell'Orto

Fausto dell'Orto, articolista storico di AstronautiNEWS e gia' attivo su ForumAstronautico.it, ha collaborato con questo blog dalla sua fondazione fino al luglio 2011.