Una super plastica della NASA per i cardiopatici

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Una tecnologia sviluppata dalla NASA per un programma di ricerca aerospaziale ad alta velocità fa ora parte di un dispositivo impiantabile per i pazienti cardiopatici.

Il Langley Research Center della NASA, presso Hampton, Virginia, ha creato una resina polimerica ad uso aerospaziale denominata Langley Research Center's Suluble Imide, o LaRC-SI. Si tratta di un materiale altamente flessibile, resistente agli agenti chimici, ed in grado di resistere a temperature estreme. Infine, ciliegina sulla torta, questa “super plastica” è biologicamente inerte, qualità questa che la rende adatta all'uso medicale, incluso l'utilizzo nei dispositivi impiantabili.

Rob Bryant, Senior Researcher ed inventore di questo materiale, presso il centro Langley, ha spiegato che uno dei grossi vantaggi di esso è che si presta a svariate applicazioni, dalla produzione di parti meccaniche, ai compositi, all'isolamento elettrico al legame adesivo.

Nel Luglio del 2004, la NASA aveva ceduto la licenza della tecnologia isolante da essa brevettata alla Medtronic Inc, un'azienda per lo sviluppo di tecnologie medicali con sede a Minneapolis. Questa azienda aveva poi inserito il nuovo materiale plastico nel suo dispositivo denominato Attain Ability left-heart lead, che la U.S. Food and Drug Administration ha recentemente approvato. L'uso di questo materiale sviluppato dalla NASA in un impianto medicale, è solamente l'ultimo di una lunga serie di applicazioni mediche che hanno potuto beneficiare della tecnologia della NASA.

Quando c'è un importante problema cardiaco, il muscolo non riesce a pompare con efficienza tale da soddisfare le esigenze di ossigeno e sangue del corpo. Questa condizione cronica e progressiva viene curata con la Cardiac Resynchronization Therapy che serve a coordinare le contrazioni delle due camere inferiori del cuore per migliorarne l'efficienza. I dispositivi CRT, che hanno le dimensioni di un cronometro, vengono impiantati nel petto e connessi al cuore con dei leads, come gli Attain Ability left-heart leads. Gli impulsi elettrici generati dal CRT vengono inviati al muscolo cardiaco tramite i leads in modo tale da risincronizzare i battiti cardiaci.

La capacità isolante della super plastica della NASA, ha reso possibile la progettazione del CRT della Medtronic, uno dei dispositivi più sottili disponibili sul mercato. Studi clinici americani e canadesi hanno stabilito che l'impianto dell'Attain Ability lead da parte dei medici, avviene con il 96,4 percento di successo.

Da oltre 40 anni la NASA incentiva e promuove il trasferimento delle sue tecnologie al settore privato.

Ulteriori informazioni sulla Soluble Imide [url=http://technologygateway.nasa.gov/Advanced_Materials.html]qui[/url].

NASA's Spinoff 2008 [url=http://www.sti.nasa.gov/tto/Spinoff2008/hm_4.html]qui[/url].

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)

Potrebbero interessarti anche...