Iniziato il rientro per Progress M-66

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Mercoledì 6 maggio il cargo automatico russo Progress M-66 (32P) si è staccato dalla Stazione Spaziale Internazionale.

Il "[i]Go[/i]" per l’undocking è stato confermato e trasmesso alle 19:15 ora di Mosca (11:15 GMT) dal centro di controllo russo; il veicolo si è sganciato dal modulo Pirs della ISS tre minuti dopo.

Prima di effettuare il rientro distruttivo, sopra le acque meridionali dell’oceano Pacifico il 18 maggio, il veicolo verrà utilizzato, approfittando del volo di deorbita automatico, come laboratorio scientifico temporaneo. Verranno condotti una serie di esperimenti geofisici rientranti nel programma di studio Plasma-Progress.

Il cargo aveva effettuato il docking con la ISS il 13 Febbraio scorso rifornendo la stazione con 2,4 tonnellate di materiale, viveri, scorte di ossigeno, una nuova tuta Orlan-MK, vestiti ed equipaggiamento medico e scientifico.

Il Progress M-66, numero di serie 366, è uno degli ultimi veicoli cargo ad essere equipaggiato con il vecchio sistema di controllo.

Filippo Magni

Appassionato di spazio, studente di ingegneria aerospaziale presso il Politecnico di Milano. Collabora all'amministrazione del forum come "Operations Officer". Scrive su AstronautiNEWS da maggio 2009.