PORT test per ORION

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Un simulacro della capsula ORION è attualmente impegnato in una serie di test per verificare le procedure di recupero dopo il rientro ed ammaraggio.

L'obiettivo dei test PORT (Post-landing Orion Recovery Test), oltre a stabilire le procedure generali per il team di recupero, equipaggiamento e mezzi navali, è quello di determinare l'effetto sull'equipaggio all'interno della capsula ed eventuali loro necessità.

I test, iniziati il 23 marzo, si stanno svolgendo in una apposita piscina presso il "Naval Surface Warfare Center's Carderock Division" per famigliarizzare il personale con la capsula, mentre dal 6 aprile verranno condotti nell'oceano Atlantico al largo del KSC in Florida utilizzando una delle "recovery ship" degli SRB's dello shuttle.

Durante il trasporto della capsula dal Maryland alla Florida sono previste delle fermate per eventi pubblici con esposizione della stessa, mentre il 7 aprile, ad uso e consumo della stampa, è prevista una simulazione in mare molto vicino alla spiaggia del KSC.

  Copyright Associazione ISAA 2006-2019 - Vedi qui i dettagli della licenza.

Simone Montrasio

Appassionato di astronautica fin da bambino, gli studi e il lavoro mi hanno tenuto occupato nel settore chimico industriale fino al 2011 quando ho deciso di cambiare completamente vita e dedicarmi alla campagna. Collaboro felicemente con AstronautiNEWS dalla sua fondazione con una pausa sabbatica tra il 2011 e il 2013.