ISS Daily Report – Lunedì 16 Marzo 2009

ISS Daily Report – Lunedì 16 Marzo 2009

Con l'approssimarsi dell'attracco del Discovery, Expedition 18 prosegue la sua fase di aggiustamento degli orari di veglia e sonno per la sincronizzazione con l'equipaggio di STS-119.

Mike FINCKE ha eseguito le ultime preparazioni per l'attrezzatura fotografica, in attesa della manovra RPM di domani. Senza voler essere pedanti, ricordiamo qui, questa importante ispezione dello scudo termico dello Shuttle: “essa comporta un'ottima preparazione da parte dei specialisti, che avranno pochissimo tempo per le riprese. Infatti, nella fase di avvicinamento quando lo Shuttle sarà a circa 180 metri dalla stazione, i “fotografi” coordinandosi con i piloti, avranno a disposizione circa 90 secondi.”

Le attività di preparazione comprendono:
* ricarica di 5 pacchi batterie per fotocamera DX2.
* impostazioni definitive delle fotocamere.
* regolazione di un paio di BPSMU (Battery Powered Speaker Mic Unit).
* mini seduta dei tre membri dell'equipaggio, per il ripasso delle procedure.

Successivamente Mike all'interno del US Airlock, ha portato avanti la preparazione per il trasferimento di ossigeno dallo Shuttle alla ISS.
Nello stesso tempo nell'area di Nodo-2, MAGNUS portava avanti l'allestimento di quello che sarà un temporaneo condotto di ventilazione THC IMV (Temperature & Humidity Control/ Intermodule Ventilation), e configurava poi 5 dei 6 diffusori presenti nel US Lab per ottimizzare la circolazione dell'aria e la rimozione di CO2. Il tutto, per quando il Discovery sarà attraccato.

Nella seconda parte della giornata Sandy aveva in programma (in coordinazione con gli specialisti a Terra) il controllo dei dispositivi per la pressurizzazione e il controllo della tenuta del PMA-2 (Pressurized Mating Adapter, la prolunga di attracco che si vede anche QUI).

Congiunzione detriti:
si segnala una nuova congiunzione con un detrito spaziale, originato dal COSMOS 1275. La tracciatura prevede un TCA (Times of Closest Approach – Tempo/Distanza di Sfioramento) per domani 17 Marzo alle 03:14 am EDT (U.S. east coast time) con una miss distance di circa 0,8 Km.
Aggiornamento: a seguito di successive analisi, si è deciso che si poteva procedere senza eseguire nessuna DAM

Marino Favorido

Marino ha collaborato con AstronautiNEWS fino al settembre 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.