Continuano le attività in vista di STS-125

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Il lavoro in vista della missione di servicing del telescopio spaziale Hubble STS-125, con lo Space Shuttle Atlantis, continua frenetico alla NASA. In questa settimana gli ingegneri del Goddard Space Flight Center hanno partecipato alla penultima simulazione della attività extraveicolare (EVA) sul telescopio, effettuata nelle piscine del Johnson Space Center a Houston, che simulano, per gli astronauti, le stesse condizioni della microgravità. Le attività hanno permesso agli astronauti di addestrarsi in vista della missione, programmata, ad oggi, per il 12 maggio 2009.

Presso il centro spaziale Goddard a Greenbelt (Md) stanno continuando i test ambientali sull'unità SI-C&DH (Science Instrument Command and Data Handling) che sostituirà la gemella danneggiata sul telescopio spaziale, che ha comportato il rinvio della missione di alcuni mesi. L'unità inizierà in questi giorni i test finali di vibrazione ed i test termici in camera termovuoto, cui seguirà l'accettazione e l'invio al Kennedy Space Center, previsto per l'inizio di aprile. Seguirà l'integrazione, insieme al resto del payload, sullo Space Shuttle Atlantis.

Seguono due immagini riferite a queste attività. La prima mostra il montaggio dell'unità SI C&DH sulla tavola vibrante, per il test di vibrazione. La seconda mostra l'attività di addestramento presso il Neutral Buoyancy Laboratory (NBL) al Johnson Space Center. Immagini (NASA).

  Questo articolo è © 2006-2020 dell'Associazione ISAA - Alcuni diritti riservati.