Completata la rampa di lancio a White Sands per il PA-1 di Orion

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

E' terminata la costruzione della rampa di lancio che verrà utilizzata per i Pad Abort Test di Orion.
Posizionato al White Sands Missile Range dell'USAF in New Mexico il pad servirà per testare le varie tipologie di Abort che serviranno per certificare la capsula e il sistema di fuga per l'utilizzo umano.
La rampa è la LC-32 East Launch Complex ed è stata interamente costruita per questo scopo e secondo un accordo fra NASA e USAF quest'ultima fornirà supporto e logistica per la campagna di test.
Il nuovo complesso comprende la rampa vera e propria, la struttura d'accesso, i sistemi "ground" e un nuovo edificio di integrazione dove Pathfinder e il LAS verranno assemblati.
Il primo test sarà un Pad Abort Test, denominato appunto PA-1, e partendo dal livello del terreno il sistema a propulsione solida del LAS lancerà la capsula a circa un miglio d'altezza per poi riportarla a terra in maniera sicura attraverso l'uso dei paracadute.
Pathfinder, questo il nome del "boiler plate" che verrà utilizzato non sarà equipaggiato con sistemi reali di supporto vitale al suo interno, bensì con sensoristica e sistemi di analisi del volo.
Attualmente sono in programma 5 test per il sistema di fuga, 2 Pad Abort Test e 2 o 3 Ascent Abort Test.
PA-1 – Estate 2009
AA-1 – Autunno 2009 – Test con ATB a MaxQ
PA-2 – Maggio 2010
AA-2 – Febbraio 2012 – Test con ATB a velocità transonica
AA-3 – Agosto 2012 – Test con ATB e assetto non nominale
Ares I-Y – Autunno 2013 – Abort ad alta quota

A seconda dei risultati dei test programmati si deciderà inoltre se ripetere o variare ulteriori test.
Durante un volo nominale è prevista l'espulsione del LAS 30 sec circa dopo l'accensione del secondo stadio di Ares I.
Per quanto riguarda gli Ascent Abort test, è in fase di realizzazione il booster solido, successore della dinastia "Little Joe", che dovrà lanciare la capsula secondo il profilo di volo previsto, sarà costruito da Orbital e sarà in realtà un primo stadio riadattato del missile ICBM Peacekeeper della stessa Società.
Pathfinder è in via di completamento a Edwards e sarà spedito al poligono in primavera per essere successivamente integrato con il sistema di fuga, anch'esso appena consegnato e in partenza.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.