STS-119 NET 22 Febbraio, pericolo di rinvio di due mesi

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

La data di lancio della missione STS-119 Discovery è stata rinviata a NET 22 Febbraio, aggiungendo così tre giorni di lavoro ai gruppi che stanno valutando i rischi emersi dopo il problema sorto circa la tenuta delle tre Flow Control Valves (FCV).
La decisione iniziale era stata quella di un rinvio di una settimana, dal 12 al 19 Febbraio, ma questa si è rivelata subito insufficiente.
Venerdi, 13 Febbraio si terrà una riunione speciale del PRCB (Program Requirements Control Board) per esaminare la documentazione in fase di elaborazione dai gruppi di lavoro.
In caso di approvazione, il delta FRR (Flight Readiness Review) si effettuerà il 18 Febbraio, per fissare ufficialmente la data di lancio, non prima di Domenica 22 Febbraio.
Si stanno valutando in particolare due pericoli, cioè la liberazione di eventuali frammenti delle valvole nelle linee di alimentazione fino all'ET e la possibilità, di danneggiamento serio del rivestimento dell'ET, causato dal cedimento strutturale di una valvola con conseguente incendio esplosivo.
Se le indagini in corso non daranno risultati accettabili, è possibile che si decida di ridisegnare le valvole, ciò comporterebbe un rinvio della missione di almeno due mesi.
In quest'ultimo malaugurato caso, si dovrebbe riformulare il calendario per i voli STS-125, STS-127 ed Ares 1X.
La NASA sta inoltre valutando la possibilità di far compiere dalla Discovery la correzione orbitale alla ISS, annullata negli scorsi giorni, dopo che il 14 Gennaio, durante l'accensione dei motori del modulo Zvezda si svilupparoni vibrazioni anomale.

Fausto dell'Orto

Fausto dell'Orto, articolista storico di AstronautiNEWS e gia' attivo su ForumAstronautico.it, ha collaborato con questo blog dalla sua fondazione fino al luglio 2011.