Rinnovato l’O&C building al KSC

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Dopo 2 anni di intensa ristrutturazione, l'High Bay Facility of the Operations and Checkout (O&C) Building al Kennedy Space Center (KSC) è ora pronto per iniziare le operazioni di assemblaggio della nuova capsula Orion, nell'ambito del programma Constellation.

Costruito nel 1964, il complesso O&C, ha ospitato le operazioni di assemblaggio finale dei moduli manned a partire dal programma Apollo. Negli ultimi anni serviva per le attività  a supporto della Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

I lavori di ammodernamento, iniziati nel 2007, sono costati 55 mil di $, finanziati dallo stato della Florida, Lockheed Martin e dalla NASA.
Nel nuovo O&C sarà  possibile assemblare totalmente la capsula Orion, senza dover affrontare spostamenti coast to coast come avveniva in passato.
Infatti, dopo aver ricevuto i componenti fabbricati in diversi stati dell'unione, tutti i test ed i controlli finali potranno essere affettuati al KSC, senza allontanarsi troppo dal sito di lancio.

Oltre al grande risparmio di tempo e mezzi, questo sarà anche molto importante per l'economia della Florida in quanto potrebbe attirare nuovi invesitori ed aziende aerospaziali sulla costa.
La Lockheed Martin ha sub-appaltato una significativa porzione della costruzione ed assemblaggio di Orion alla United Space Alliance (ULA) già  impegnata con lo Shuttle e che impiegherà proprio questa forza-lavoro per la nuova capsula.

Ora che il complesso O&C è stato certificato, nei prossimi 2 anni avverranno gli assemblaggi delle varie postazioni di lavoro e posizionamento degli equipaggiamenti necessari ad iniziare l'attività prevista per il 2012, mentre l'entrata in servizio di una capsula Orion con equipaggio, è previsto nel 2015.

In allegato una vista aerea ed interna degli anni '60.
Fonte Boeing

Simone Montrasio

Appassionato di astronautica fin da bambino, gli studi ed il lavoro mi hanno tenuto occupato nel settore chimico industriale fino al 2011 quando ho deciso di cambiare completamente vita e dedicarmi alla campagna. Collaboro felicemente con AstronautiNEWS dalla sua fondazione con una pausa sabbatica tra il 2011 ed il 2013.