Science fiction – science fact: quando la realtà supera la fantascienza

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Dall’emblematica stazione spaziale di2001 Odissea nello spazio , alla USS Enterprise di Star Trek, la fantascienza è sempre stata una fonte di ispirazione e di idee per gli scienziati e gli ingegneri che progettano e costruiscono veicoli spaziali.

La linea di demarcazione, talvolta sottile, tra fantascienza e i reali progressi delle attività spaziali, è il filo conduttore dell’ultimo video didattico Space-in-Bytes dell’ESA, intitolato ‘Science fiction – science fact’.

Ispirandosi a celebri scrittori di fantascienza come Arthur C. Clarke, H.G. Wells e Jules Verne, il video mette a confronto stazioni e veicoli spaziali reali e immaginari spiegando come i viaggi interplanetari descritti dalla letteratura fantascientifica possano ispirare le generazioni future di scienziati e ingegneri.

‘Science fiction – science fact’ fa parte della serie di brevi video didattici Space-in-Bytes, realizzata dal Direttorato dei Voli Abitati dell’ESA. Rivolta agli studenti delle scuole superiori e ai loro insegnanti, la serie Space-in-Bytes offre alcuni assaggi di informazione scientifica da utilizzare come punto di partenza per ulteriori ricerche individuali o di classe.

Il video è accompagnato da una lezione con le spiegazioni scientifiche di alcuni dei concetti illustrati. La lezione ha lo scopo di fornire agli insegnanti e agli studenti maggiori informazioni sugli argomenti trattati dal video e di suggerire alcuni esercizi, attinenti al piano di studi, da svolgere in classe.

‘Science fiction – science fact’ e i precedenti video Space-in-Bytes possono essere scaricati nelle 12 lingue dei paesi membri dell’ESA.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.