STS-130 Presentazione missione

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Inizia la fase di studio dettagliato della missione STS-130 e che attualmente è programmata a inizio 2010 con l'obiettivo principale di trasportare sulla ISS il Nodo 3 e Cupola, entrambi costruiti in Italia negli stabilimenti Torinesi di Thales Alenia Space.
La missione è attualmente affidata alla navetta Endeavour, il payload sarà interamente composto dai due nuovi moduli della ISS e l'equipaggio non ancora nominato ufficialmente sarà composto da 6 astronauti.
La durata della missione è attualmente di 11 giorni estendibili di un'ulteriore e 3 EVA più una eventuale aggiuntiva.
L'obiettivo principale della missione è l'installazione del Nodo 3 con la Cupola installata sul portello di sinistra durante il lancio, sul portello di sinistra di Unity e successivamente la rilocazione della Cupola sul portello di nadir del Nodo nella sua posizione definitiva attraverso l'uso dell'SSRMS.
Durante la missione verranno poi trasferiti all'interno del Nodo i seguenti rack: un Air Revitalization System (ARS) proveniente dal JEM, un Waste and Hygiene Compartment dal Destiny, i Water Recovery System rack 1 e 2 provenienti sempre da Destiny, un Oxygen Generation System ancora da Destiny e l'Advanced Resistive Exercise Device (ARED) precedentemente installato su Unity.
Quest'ultimo è uno speciale rack che permette diversi esercizi fisici per il mantenimento della massa muscolare degli astronauti potendo essere utilizzato in differenti configurazioni.
Le 3 EVA programmate serviranno, in ordine di priorità, a preparare l'installazione del Nodo 3 (EVA 1), alla connessione del Nodo al resto della stazione compreso il circuito dell'ammoniaca (EVA 2), preparazione al riposizionamento di Cupola (EVA 2), rimozione delle coperte termiche e dei ganci per il lancio di Cupola (EVA 3) e sistemazione esterna definitiva dei due moduli (EVA 3).
Il quinto giorno di missione è previsto l'ingresso nel Nodo mentre per il settimo il riposizionamento e l'accesso alla Cupola.
E' ancora possibile un allungamento nominale della missione di un giorno, passando così a 12+1 con la possibilità quindi di spostare la prima EVA il quinto giorno di missione anzichè al quarto.
Insieme al payload primario saranno trasportati 3 esperimenti ancora in fase di definizione MAUI, SEITE e SIMPLEX.

Dei due moduli, Cupola è già arrivata al KSC nel 2004 mentre il Nodo 3 verrà spedito da Torino alla Florida il prossimo Febbraio.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.