La progress M-01M aggancia la Stazione Spaziale

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Il cargo russo Progress M-01M, lanciato mercoledi scorso dal cosmodromo russo-kazako di Baikonur, ha agganciato la Stazione Spaziale internazionale alle 13:28 ora italiana di oggi. La Progress porta circa 2.5 tonnellate di materiale necessario per le normali attività sulla stazione. La parte finale della fase di approaching è stata eseguita manualmente, da circa 20 metri dal contatto, mentre l'avvicinamento era stato automatico.

I controllori di volo russi pare abbiano preferito procedere all'ultima fase di controllo in manuale, seguendo l'ingegnere di volo Yury Lonchakov in questa fase. Nei giorni precedenti, tra il lancio e l'aggancio di oggi, sono state eseguite le operazioni di controllo dei computer di volo e delle loro modifiche rispetto alle versioni precedenti.

Un problema conseguente il lancio, il mancato dispiegamento di un'antenna, si era risolto forse grazie all'accensione dei propulsori che hanno "liberato" l'antenna inceppata.

La Progress porta sulla ISS anche del propellente che verrà utilizzato per le normali manovre di boost della ISS, necessarie sia per evitare pericoli di impatti, sia nominalmente per innalzare l'orbita che decade per la resistenza aerodinamica dell'aria rarefatta. Anche acqua, ossigeno e materiale di prima necessità sono contenuti nel cargo russo.

La Progress, che rappresenta la trentunesima missione analoga verso la ISS, resterà agganciata alla Stazione Spaziale fino a febbraio.