5 nuovi satelliti in orbita.

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

È stata lanciata questa mattina, 29 agosto, dal Cosmodromo di Baikonur, la costellazione di satelliti RapidEye.
Il lancio è avvenuto alle 9:15:58 ora italiana, quando un vettore Dnepr ha lasciato la rampa 109 del Cosmodromo kazako e quindici minuti dopo ha sganciato i 5 satelliti da 150 kg ciascuno in un’orbita eliosincrona a 630 km di quota.
È una costellazione di satelliti per l’osservazione della superficie terrestre con una risoluzione di 6,5 metri su 5 bande ottiche diverse. I satelliti saranno posizionati ad una distanza di circa 19 minuti l’uno dall’altro e scansioneranno “fette” di territorio da 78 km di larghezza spazzolando tutto il globo terrestre fra i 75°N e i 75°S .
L’utilizzo principale riguarderà la mappatura agricola, il controllo della crescita, verifica dei danni alle coltivazioni e la predizione dei raccolti. Un utilizzo secondario sarà la cartografia.
La SSTL di Guildford nel Regno Unito ha progettato e costruito i veicoli e si occupa anche del Control Centre, mentre Jena-Optronik GmbH di Jena in Germania ha sviluppato e prodotto gli strumenti di ripresa. I contratti commerciali saranno curati dalla Canadian Commercial Corporation.

Luigi Morielli

Luigi ha collaborato con AstronautiNEWS fino al luglio 2010. Da allora si e' trasferito in pianta stabile sul suo blog personale Astrogation - http://astrogation.blogspot.com - e cura la rubrica di Astronautica sulla rivista Coelum.