5 nuovi satelliti in orbita.

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

È stata lanciata questa mattina, 29 agosto, dal Cosmodromo di Bajkonur, la costellazione di satelliti RapidEye.
Il lancio è avvenuto alle 9:15:58 ora italiana, quando un vettore Dnepr ha lasciato la rampa 109 del Cosmodromo kazako e quindici minuti dopo ha sganciato i 5 satelliti da 150 kg ciascuno in un’orbita eliosincrona a 630 km di quota.
È una costellazione di satelliti per l’osservazione della superficie terrestre con una risoluzione di 6,5 metri su 5 bande ottiche diverse. I satelliti saranno posizionati ad una distanza di circa 19 minuti l’uno dall’altro e scansioneranno “fette” di territorio da 78 km di larghezza spazzolando tutto il globo terrestre fra i 75°N e i 75°S .
L’utilizzo principale riguarderà la mappatura agricola, il controllo della crescita, verifica dei danni alle coltivazioni e la predizione dei raccolti. Un utilizzo secondario sarà la cartografia.
La SSTL di Guildford nel Regno Unito ha progettato e costruito i veicoli e si occupa anche del Control Centre, mentre Jena-Optronik GmbH di Jena in Germania ha sviluppato e prodotto gli strumenti di ripresa. I contratti commerciali saranno curati dalla Canadian Commercial Corporation.

  © 2006-2019 Associazione ISAA - Alcuni diritti sono riservati.

Luigi Morielli

Luigi ha collaborato con AstronautiNEWS fino al luglio 2010. Da allora si e' trasferito in pianta stabile sul suo blog personale Astrogation - http://astrogation.blogspot.com - e cura la rubrica di Astronautica sulla rivista Coelum.