Test bagnati per Orion

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Sono in corso in questi giorni i test di flottaggio per la futura capsula Orion. Per questo primo contatto con l'acqua viene utilizzato un mockup in scala 1:4 che servirà per capire il comportamento in acqua della capsula.
I test sono eseguiti nell'enorme piscina del JSC dove avvengono anche le simulazioni delle EVA con un modello in scala reale della ISS adagiato sul fondo della piscina.
Per questa prima serie di test il modello è stato adagiato staticamente in acqua in diverse posizioni di galleggiamento per testarne il comportamento allo scopo di produrre prossimamente un modello in scala reale che sarà utilizzato per l'addestramento degli astronauti e per definire le procedure di sicurezza durante gli ammaraggi.
Oltre a questo, nei test sono stati inoltre valutati alcuni sistemi di sigillatura in acqua, un sistema di comunicazione wireless e un "collare" da applicare alla capsula e fornito dal KSC in Florida.
Un modello del tutto simile intanto ha eseguito specifici test alla Texas A&M University in una speciale vasca in grado di simulare il moto ondoso in varie condizioni marittime. Lo scopo era ovviamente testare la capsula con moto ondoso sostenuto per capirne i limiti di galleggiamento e le dinamiche di posizionamento. Le condizioni testate erano delle più severe per verificarne la corrispondenza ai requisiti.
Il prossimo passo, che verrà svolto con la United States Navy verterà sulle modalità di recupero della capsula in mare, con le procedure di issaggio dopo il recupero e le operazioni di assistenza con diverse condizioni di mare. Questi test avverranno ad Ottobre presso il Naval Surface Warfare Center a Carderock e al Aberdeen Proving Ground ad Aberdeen.
Il modello in scala reale che verrà utilizzato dal Human Space Flight Support, il team che sarà incaricato del recupero in mare, per l'addestramento è già in fase di costruzione. Questi test per le procedure di recupero in mare avverranno a largo della Florida a partire dal Gennaio 2009.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.