Novita’ per l’Europa: Jules Verne fa il pieno all’ISS

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Novità  per l'Europa: Jules Verne fa il pieno all'ISS

18 Giugno 2008
L'ATV dell'Agenzia Spaziale Europea Jules Verne, è stato utilizzato per la prima volta ieri, per trasferire in un'unica operazione, ben 811 Kg di propellente nei serbatoi dell'International Space Station, mentre i due veicoli stavano orbitando ad una velocità di 28000 Km/h. Con questa importante novità per l'Europa, Jules Verne è diventato il primo veicolo spaziale occidentale a rifornire con successo una stazione spaziale orbitante.
Ci è voluta meno di mezz'ora per trasferire automaticamente circa 280 Kg di carburante UDMH russa (Dimetilidrazina asimmetrica), e 530 Kg di N2O4 (tetrossido di azoto, il quale è la fonte di ossigeno per l'accensione del carburante nel vuoto orbitale) nei serbatoi del sistema propulsivo russo.
Per via della tossicità  e dell'esplosività  dell'idrazina, il trasferimento è stato compiuto tramite delle linee dedicate situate all'esterno dei compartimenti pressurizzati dell'Automated Transfer Vehicle (ATV) e della Stazione. Le tubazioni corrono dall'ATV, tramite il meccanismo di docking, all'impianto della Stazione Spaziale.

Automatico
L'equipaggio dell'ISS non è stato coinvolto nell'operazione di rifornimento, anche perché in quel momento era impegnato nei preparativi per una spacewalk svolta ne primi giorni di Giugno.
L'ATV è stato predisposto all'operazione di refuelling dall'ATV Control Centre di Tolosa. Dopo le necessarie verifiche per la verifica che non ci fossero perdite lungo tutta la linea di tubazioni, il Centro di Controllo di Mosca ha iniziato la sequenza automatica di rifornimento, con il supporto attivo di un piccolo Engineering Support Team, situato nel Centro di Controllo russo stesso.

"Siamo impressionati da questo nuovo successo dell'ATV Jules Verne, che è stato raggiunto senza alcun problema. Vogliamo congratularci con i teams di RSC Energia, Astrium e Thales Alenia Space per gli anni di sforzi spesi per integrare il sistema russo di refuelling nell'ATV sia dal punto di vista dell'hardware che da quello del software" ha dichiarato Massimo Cislaghi, il capo dell'Engineering Support Team dell'ESA.

Durante il trasferimento, una ventina di persone sono state impegnate con le operazioni dell'ISS nel Centro di Controllo di Mosca, assieme a 5 esperti russi dell'ATV e a 3 specialisti dell'ESA. Tutte queste persone fanno parte dell'Engineering Support Team situato in Mosca. Nel frattempo, una trentina di persone stavano monitorando le funzioni critiche dell'ATV presso l'ATV Control Centre di Tolosa, dove urla di gioia ed applausi hanno sancito la fine dell'operazione di rifornimento.

Le capacità  di rifornimento
Le capacità di rifornimento dell'ATV e delle capsule russe Progress sono pressochè identiche, con un carico massimo di propellente di 850 Kg. Anche se l'ATV ha circa tre volte la capacità  di payload delle Progress, essi utilizzano esattamente gli stessi serbatoi e le stesse interfacce attraverso il sistema di docking fra l'ATV e la Stazione. Il modulo di servizio russo è l'unico modulo dell'ISS ad avere un proprio sistema propulsivo in grado di svolgere operazioni di reboost al fine di controbattere gli effetti frenanti della tenue atmosfera orbitale.

"Ora, noi abbiamo svolto con successo tutte le operazioni nominali di Jules Verne, come il controllo attitudinale dell'ISS, il suo reboost, il trasferimento di aria e di acqua, del carico secco, ed ora il rifornimento. Rimangono da svolgere solamente le operazioni di undocking e rientro, che speriamo di realizzare nel mese di Settembre." ha spiegato Hervè Come, Direttore della Missione ATV dell'ESA presso l'ATV Control Centre di Tolosa, in Francia.

Spurgo
Il giorno dopo il trasferimento, il 18 Giugno, il team dell'ATV di Mosca ha spurgato le linee del sistema di rifornimento sia dell'ATV che della Stazione. Questa operazione permette di eliminare il rischio di contaminazione tossica da parte dei circa 13 Kg di carburante che potrebbero disperdersi al momento dell'undocking dell'ATV dall'ISS previsto per il prossimo mese di Settembre.
L'ATV Jules Verne è stato lanciato da Kourou nella Guiana Francese, il 9 Marzo 2008, e si è agganciato all'ISS il 3 Aprile 2008.

"Oggi l'Europa ha guadagnato una nuova capacità  che rappresenta un nuovo passo verso i voli spaziali e i programmi di esplorazione avanzata," ha detto Jean-Francois Clervoy, Responsabile senior dell'ATV e membro del Corpo Astronauti dell'ESA. "L'ATV è l'unico veicolo occidentale capace di rifornire un altro veicolo spaziale, in complemento con il veicolo russo Progress. La riuscita automazione di questa funzione libera un ammontare significativo di tempo dell'equipaggio per le operazioni dell'ISS.

Fonte e (C) immagini: ESA

1) L'ATV Control Centre di Tolosa, il giorno del Demo Day 1 (29 Marzo 2008)

2) Operatori alle prese con il carico dell'idrazina nei serbatoi di Jules Verne, presso lo Spazioporto di Kourou nella Guiana francese.

Luca Frigerio

Impiegato nel campo delle materie plastiche e da sempre appassionato di spazio. E' iscritto a forumastronautico.it dal Novembre 2005 e da diversi anni sfoga parte della sua passione scrivendo per astronautinews.it. E' consigliere dell'Associazione Italiana per l'Astronautica e lo Spazio (ISAA)