Argentina ed ESA prolungano accordo di cooperazione

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

L'8 maggio scorso e' stato rinnovato per 5 anni l'accordo di cooperazione tra la Repubblica Argentina e l'Esa.

Lo scambio dei documenti per rinnovare l'accordo (…) e' stato siglato da René Oosterlinck, direttore ESA per le questioni legali e le relazioni esterne, e l'Ambasciatore Victorio Taccetti, Segretario per le relazioni esterne, presso il Ministero degli Esteri a Buenos Aires.

L'accordo originale era stato firmato l'11 marzo 2002 ed era entrato in vigore il 22 settembre 2003.

Inoltre una delegazione ESA si e' recata a Buenos Aires per discutere la possibilita' di realizzare una stazione terrestre per lo spazio profondo (antenna da 35 metri), che fornirebbe supporto al programma di esplorazione spaziale dell'ESA nelle missioni future, in particolare ExoMArs e Mars Rover.

L'Argentina ha una consolidata ed ininterrotta tradizione di cooperazione con l'ESA. Sin dal primo accordo sulla ricezione e ridistribuzione di ERS-1 e ERS-2 siglato nel 1997, e l'accordo tra l'Argentina e l'ESA sulla cooperazione spaziale per scopi pacifici, firmato l'11 marzo 2002, molto e' stato fatto dalle due agenzie.
La Comision Nacional de Actividades Espaciales (CONAE) argentina ha l'incarico di attuare gli accordi di cooperazione.

Il CONAE ha fornito supporto per il lancio di INTEGRAL nell'ottobre 2002. Corsi comuni di aggiornamenti sono stati istituiti con il CONAE, e l'ESA offre regolarmente internati per studenti argentini.
Svariati seminari organizzati dal CONAE sono stati sostenuti finanziariamente dall'ESA, come il recente seminario sullo sviluppo sostenibile nelle aree montane dei paesi andini, patrocinato da ONU, Argentina ed ESA, che si e' tenuto a Mendoza dal 26 al 30 novembre 2007.

L'Argentina possiede una lunga esperienza nell'osservazione terrestre, nelle telecomunicazioni, nelle scienze spaziali, e negli esperimenti medici e di biologia in microgravita', per esempio.

Il satellite argentino SAC-C lanciato in orbita polare nel 2000 si e' unito al gruppo internazionale degli altri satelliti per l'osservazione terrestre. Nel luglio 2003 l'Argentina ha anche firmato l'Accordo Internazionale sullo Spazio e Gravi Calamita'. Questo accordo e' stato attivato in Cile per assistere nel monitoraggio dell'eruzione del vulcano Chaiten.

L'Argentina si conferma un importante partner regionale per l'ESA in sud America.

(fonte ESA NEWS)

Paolo Actis

Paolo collabora con AstronautiNEWS fin dal maggio 2008.