SpaceX vince contratto NASA

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

SpaceX, società impegnata su diversi fronti nell'attività spaziale ha firmato un contratto per servizi di lancio con la NASA impegnando i propri lanciatori Falcon 1 e Falcon 9.
Due volte all'anno la NASA realizza questi bandi per società di lancio esistenti o emergenti Americane per l'acquisto di lanci per le proprie attività.
SpaceX che con i propri lanciatori ha coperto tutti i requisiti richiesti dalla NASA per il servizio si è quindi aggiudicata il contratto che viene definito IDIQ (Indefinite Delivery/Indefinite Quantity) dato che non specifica ne il numero di lanci ne il profilo di missione richiesto.
I contratti per i singoli lanci potranno essere stipulati fino a Dicembre 2010 mentre i lanci veri e propri dovranno poi essere effettuati entro il 2012.
Il valore del contratto oscillerà in base alle richieste e potrà valere dai 20.000$ al miliardo di dollari.
Nel contratto sono compresi lanci a partire dai 250Kg di payload in orbita circolare a 200km e 28.5° con carichi che potranno provenire da tre direttorati: Science, Space Operations ed
Exploration Systems.
I servizi offerti da Falcon 1 e Falcon 9 andranno ad aggiungersi ai contratti di lancio già firmati in precedenza con altre società.

  Ove non diversamente indicato, questo articolo è © 2006-2023 Associazione ISAA - Leggi la licenza. La nostra licenza non si applica agli eventuali contenuti di terze parti presenti in questo articolo, che rimangono soggetti alle condizioni del rispettivo detentore dei diritti.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.