ASI e INGV: studiare la Terra dallo spazio

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Accordo quadro per progetti di ricerca geofisica e ambientale

Il Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) Giovanni F. Bignami e il Presidente dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) Enzo Boschi hanno firmato questa mattina un accordo quadro, che porterà i due enti a collaborare strettamente nella progettazione e realizzazione di missioni spaziali e stratosferiche dedicate allo studio di fenomeni geofisici e ambientali. ASI e INGV promuoveranno, anche attraverso il meccanismo del co-finanziamento, progetti di ricerca scientifica e sviluppo tecnologico nel settore dell’osservazione della Terra.

I sistemi di osservazione della Terra dallo spazio possono infatti contribuire in modo decisivo allo studio di alcuni parametri geofisici, a loro volta rilevanti per il monitoraggio ambientale e la prevenzione di eventi catastrofici. È il caso in particolare di COSMO-SkyMed, costellazione ASI di satelliti radar che verrà completata entro l’inizio del 2009, che può essere utilizzato per monitorare il rischio sismico, quello vulcanico o il rischio di frane. Importanti applicazioni potrà avere anche PRISMA, un piccolo satellite ASI per osservazione della Terra il cui lancio è previsto nel 2011.

Molto importanti in questo settore anche le missioni per lo studio dell’atmosfera e della ionosfera basate su palloni stratosferici (l’ASI ha tra le sue infrastrutture il Centro di lancio per i palloni stratosferici di Trapani Milo) o su strumenti spaziali come ROSA, che verrà lanciato nel corso di quest’anno.

Per individuare e promuovere le aree di collaborazione tra i due enti, verrà costituita una commissione congiunta ASI/INGV composta di 4 membri (due nominati dal Presidente ASI e due dal Presidente INGV).

Fonte: ASI

  Questo articolo è © 2006-2024 dell'Associazione ISAA, ove non diversamente indicato. Vedi le condizioni di licenza. La nostra licenza non si applica agli eventuali contenuti di terze parti presenti in questo articolo, che rimangono soggetti alle condizioni del rispettivo detentore dei diritti.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.