STS-122 NET 2 Febbraio

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

C'è stata un po' di confusione con le date di lancio per la prossima missione STS-122, mentre sui media è uscita la data del 24 Gennaio, accennata da John Shannon nell'ultima conferenza stampa è stato oggi chiarito che la prima data utile è e rimane il 2 Febbraio.
Il programma di riparazione prevede infatti la fine dei lavori proprio intorno a quella data (24/01), il che rende impossibile un qualsiasi lancio che sarebbe fattibile solo con un anticipo sui programmi di circa una settimana.
Il problema è tutto "mediatico" perchè quando si riallinerà ufficialmente la data al 2 Febbraio tutti i media "generalisti" parleranno di un nuovo rinvio mentre la decisione era già stata presa nell'ultima PCRB, sottolineando solo che il 24 Gennaio non era una "NET date" ma sarebbe stata, ed è, la prima data "work to" utile in caso di anticipo dei lavori e utilizzata per coordinazione dai vari centri di lavoro, insomma un mezzo passo falso nelle relazioni pubbliche della NASA.
Anche per STS-123 non c'è ancora una data perchè dipende dal lancio della missione precedente con il limite minimo di 5 settimane fra le due missioni e con un rinvio "day to day" fra le due missioni.
Il lavoro sull'ATVC da sostituire è stato completato ieri e l'Atlantis è già stato riattivato per i test di collaudo.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.