Test P80 del VEGA a Kourou

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Un prototipo del propulsore principale del primo stadio è stato provato ieri al centro spaziale europeo di Kourou.
Con una spinta media di 190ton (un terzo circa dell'Ariane 5) e una durata di 111sec. l'accensione è stata nominale e senza problemi per uno degli ultimi test prima del collaudo in volo.
Durante il test sono stati registrati circa 600 parametri, e dopo le prime analisi è stato confermato che le misurazioni erano pienamente in linea con i risultati attesi.
Vista la natura solida del propellente, il quale una volta acceso in volo non può più essere spento, durante i test a terra erano stati approntati dei meccanismi particolari che avrebbero potuto rompere il "case" facendo crollare la pressione interna spegnendo il propulsore.
Il test è stato eseguito per il programma di qualificazione al volo del propulsore, il quale era in configurazione di volo. Se i dati ricavati confermeranno la buona riuscita del test questa era l'ultima accensione statica prima della certificazione al volo, con il primo lancio previsto per il termine del prossimo anno.
Il propulsore è realizzato da Avio spa e il prime contractor del Vega è ELV spa una joint venture fra ASI e Avio.
VEGA andrà ad inserirsi nel mercato dei lanciatori per l'invio in orbita di payload medio-piccoli, completando l'offerta Europea nel mercato dei vettori che vedranno un'offerta al cliente che partirà appunto dal VEGA, passando per il Soyuz per arrivare all'Ariane 5 per i payload più pesanti.

Credits: ESA / CNES / CSG-SOV

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.