STS-122 update

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Alcune novità sulla prossima missione, la prima senz'altro positiva è che il ritardo permetterà di imbarcare e utilizzare in orbita i nuovi sovra-guanti per le EMU, considerati migliori dei precedenti e subito approvati dall'equipaggio per facilità di utilizzo e sensibilità al tatto, verranno utilizzati in tutte le EVA e tolti solamente se si dovranno eseguire operazioni manuali che richiederanno particolare sensibilità.
La soluzione è stata decisa dopo i noti problemi ai guanti danneggiati delle missioni STS-116, STS-118 e STS-120.
Per quanto riguarda i sensori ECO si è abbastanza fiduciosi nel poter lanciare il 10 Gennaio, indipendentemente dal risultato del test di martedì è già pronto l'elenco di procedure da eseguire a seconda dei vari scenari che si prospetteranno, con il test che non dovrebbe influire sul lancio ma che è necessario per avere maggiori dati sul problema dei sensori per poterli in futuro prevenire.
Il lavoro al pad procede regolare con l'assenza di ulteriori problemi o interrogativi, è ormai tutto pronto per lo spostamento della RSS, la stiva è già chiusa e ci sarà un briefing questa serà che dovrà confermare l'inizio delle operazioni di tanking alle 11 ora italiana di martedì, in contemporanea alla passeggiata che si effettuerà sulla ISS per l'ispezione al SARJ e al sistema di rotazione di un array dell'S4.
La mole di dati e di riunioni avvenute in questi giorni ha pochi pari nella storia recente, significativo anche l'intervento della Commissione Stafford-Anfimov, composta da esperti americani e russi chiamati a valutare i vari problemi tecnici relativi ai programmi di cooperazione fra i due paesi.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.