Perminov e la collaborazione internazionale della Russia

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Anatoly Perminov durante una conferenza stampa a Mosca ha parlato delle collaborazioni internazionali che l'Agenzia Russa ha in atto con i vari Paesi, soprattutto per il settore manned.
Perminov ha inizialmente smentito alcune voci che vedevano la possibilità di riesumare il progetto del Buran con una risposta abbastanza perentoria: "Il Buran non sarà recuperato, allo stesso modo dello Space Shuttle, come viene dimostrato dagli USA non ha futuro, avrebbe enormi problemi di costi e di riutilizzo", aggiungendo poi che l'esperienza acquisita con il Buran sarà in parte travasata al Kliper.
Perminov ha poi annunciato l'intenzione dell'India di partecipare al programma per il nuovo mezzo manned, e l'accordo sarà discusso e approvato in Gennaio.
E' stato poi sottolineato il già forte legame che lega i due paesi nel settore spaziale, con scambi di personale nei centri di controllo e partecipazioni comuni in diversi programmi come il GLONASS e i lanciatori.
Per quanto riguarda l'Europa, ci sono trattative in corso per la realizzazione di un nuovo mezzo manned: "Stiamo cooperando attivamente con l'Europa. Ci sono buoni risultati e una convergenza di interessi sui progetti futuri. Non sappiamo fino a che livello di collaborazione vorrà spingersi l'Europa. Sarà probabilmente necessario un accordo futuro per la realizzazione di un mezzo abitato."
Si è poi parlato della collaborazione con la Cina, per ora principalemente in campo scientifico e con la Korea del Sud per i lanciatori e le strutture di supporto a terra.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.