Arrivati i Global Hawk per la NASA

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Sono arrivati a Edwards i due UAV Global Hawk per la NASA, ex-USAF.
Sono gli esemplari 1 e 6 consegnati alcuni anni fa all'USAF e ora trasferiti alla NASA per essere impiegati in studi su fenomeni terrestri e scienze della Terra sfruttando la loro lunga autonomia senza equipaggio.
Saranno operativi dal 2009 nell'ambito del Airborne Science Program.
Il Global Hawk è un aereo senza equipaggio, con capacità di volo autonomo, costruito da Northrop Grumman, con 36m di apertura alare, peso a vuoto di 3,8ton e peso massimo al decollo di circa 10ton.
Velocità di crociera di 650km/h a 20.000m con autonomia massima di 36 ore.
Motorizzato con gli Allison Rolls-Royce AE3007H da 31.4 kN di spinta, che equipaggiano, nelle varie versioni, anche aerei civili come la famiglia ERJ di Embraer o il Cessna Citation X.
Uno dei progetti in cui sarà impegnato alla NASA sarà nel NOAA per lo studio del riscaldamento globale, sarà installata sotto l'ala una sonda per il rilevamento atmosferico che verrà sganciata ad una certa quota tutti i giorni per 10 anni.


Credits: NASA

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.