Rollout in corso per Atlantis

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

Come previsto è iniziato da poco il rollout in rampa dell'Atlantis per la prossima missione STS-122, che avrà una finestra di lancio che si estenderà dal 6 al 13 Dicembre, con un prolungamento di un ulteriore giorno che a differenza dei giorni scorsi non sembra più attuabile.
La data di lancio è comunque fortemente legata al buon svolgimento dei lavori sulla ISS e per questo non sarà approvata fino alla conclusione di tutte le attività critiche nello spazio.
Non ci sono al momento gravi problemi sull'orbiter, si sta solo valutando un problema con le telecamere installate sull'ET che avrebbero dei problemi con la trasmissione delle immagini a Terra. Il problema non sarebbe legato al nuovo flash installato per la prima volta in questa missione per poter riprendere immagini più nitide del lancio.
Sembra appurato che le immagini vengano scattate regolarmente, anche su comando da Terra ma ci sono problemi con il download, la questione non era tale da bloccare il rollout per cui verrà analizzata e risolta sulla rampa.
Nella prima FRR come già detto non si sono valutati particolari inconvenienti ma si sono analizzate le richieste delle agenzie esterne partecipanti alla missione e l'utilizzo di una prima soluzione temporanea per risolvere il problema del SARJ sulla ISS.
Si pensa di utilizzare l'array senza autotrack riuscendo in questo modo ad evitare di utilizzare la parte danneggiata.
Verrà portata a bordo attrezzatura non prevista per 150kg, esclusivamente per questo scopo, per cui ci sarà da rivedere la distribuzione dei pesi nella stiva.
Sempre su questo tema è sorto negli ultimi giorni un "problema" con Columbus che in realtà non è un vero problema ma che richiede comunque un'attenta analisi, dopo l'ultima pesata il modulo Europeo è stato trovato inaspettatamente più leggero di quanto previsto, per cui anche in questo caso ci sarà da rivedere la distribuzione dei pesi al decollo.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.