Accordo EU-Russia per il nuovo mezzo spaziale abitato

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

E' stato annunciato ieri da Anatoly Perminov, dopo un incontro con Jean-Jacques Dordain a margine del MAKS, il salone dell'aerospazio di Mosca, un accordo fra ESA e Agenzia Russa per la costruzione di un nuovo veicolo spaziale pilotato in grado di raggiungere la ISS, la Luna e Marte. La possibilità dell'accordo era stata annunciata all'inizio dell'anno con l'ESA che aveva dichiarato di voler prendere tempo e che avrebbe annunciato la sua decisione entro Settembre, la decisione positiva è quindi arrivata confermando le intenzioni di una stretta collaborazione fra i due paesi per un accesso allo spazio paritario fra essi. Queste le parole di Perminov: "Abbiamo raggiunto oggi un accordo con Jean-Jacques Dordain per la formazione di un gruppo di lavoro per la progettazione di un nuovo sistema di trasporto pilotato in grado di raggiungere la ISS, la Luna e Marte. A settembre, rappresentative dell'industria russa ed europea inizieranno il lavoro." Aggiungendo poi che la definizione del progetto arriverà entro la fine dell'anno.

L'ESA ha intanto annunciato che il primo lancio equatoriale, del Soyuz ST da Kourou, avverrà per Marzo-Aprile del prossimo anno. Durante lo scorso salone di Le Bourget Arianespace aveva ricevuto l'ordine per i primi quattro satelliti da lanciare dalla Guinea. Dordain ha anche dichiarato che il rover marziano europeo ExoMars potrebbe essere lanciato utilizzando un Proton nel 2011.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.