Gli "angeli di Boston" finanziano XCOR e il suo aerospazioplano.

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

XCOR ha annunciato di aver ricevuto un finanziamento dai "Boston Harbor Angels" come supporto allo sviluppo del loro aerospazioplano suborbitale.
XCOR costruisce già propulsori per razzi e ha in progetto la costruzione di questo nuovo veicolo biposto (un pilota e un passeggero) per voli suborbitali.
La compagnia, con sede nel Mojave, è stata fondata principalmente da investitori-angelo come Esther Dyson, Stephen Fleming, Aneel Pandey, Joe Pistritto e Lee Valentine, ovvero investitori privati che investono capitali propri in compagnie nascenti che giudicano promettenti solitamente in campi scientifici o altamente tecnologici.
I Boston Harbor Angels in particolare sono un gruppo di 36 investitori i quali hanno già finanziato altre 25 compagnie.
XCOR ha recentemente vinto il contratto dell'USAF Small Business Innovative Research (SBIR) Phase 1, per analizzare e progettare un mezzo capace di raggiungere i 200.000ft e velocità supersoniche con propulsione a razzo.
Utilizzando quindi gli investimenti privati e i finanziamenti dell'USAF sarà possibile realizzare lo spazioplano che verrà utilizzato in primo luogo per missioni dell'USAF e successivamente a scopi scientifici/commerciali.
 

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.