Testato il motore scramjet per l’X51A

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

E’ stato simulato per la prima volta un volo completo dell’X-51A testando il funzionamento del rivoluzionario propulsore X-1 a Mach 5.
La prova è stata ideata e realizzata da Pratt & Whitney Rocketdyne, U.S. Air Force, Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA), NASA e Boeing.
Il propulsore X-1 designato SJX61-1 utilizza idrocarburi come combustibile, precisamente JP-7 ed è stato testato completo di FADEC (Full Authority Digital Engine Controller). Questi test, svolti presso un tunnel ipersonico ad alte temperature e condotti dal Dicembre 2006 ad Aprile 2007 erano uno dei punti più critici del programma ed essendo stati superati con successo aprono la strada a prove più complesse.
Il modello testato, oltre al FADEC era già fornito di tutte le parti per il volo come ugello e presa d’aria.
Il programma prevede di testare un velivolo capace di viaggiare fra Mach 4.5 e 6.5 nel 2009, realizzando 4 voli test su questo e successivamente aprire le strade ad un’evoluzione capace di raggiungere lo spazio in modo autonomo.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.