NASA estende il contratto con la Russian Federal Space Agency per la ISS

Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA
Il logo di AstronautiNEWS. credit: Riccardo Rossi/ISAA

E’ stato firmato ieri un accordo fra la NASA e l’agenzia russa per un’estensione degli accordi sui rifornimenti e i cambi di equipaggio sulla ISS fino al 2011 dal valore di 719 milioni di dollari.
L’accordo prevede la copertura delle rotazioni di equipaggio per la Russia da qui al 2011 per 15 membri di equipaggio in vista di un aumento fino a 6 membri, così distribuiti: 6 nel 2009, 6 nel 2010 e 3 nel 2011 anno in cui entreranno in funzione le capsule COTS della NASA che permetteranno di riequilibrare la suddivisione.
L’accordo prevede anche l’invio e la rimozione dalla ISS di 5.6 ton di materiale più 1.4 ton di materiale che la NASA invierà sulla ISS all’interno del Russian Docking Cargo Module (DCM) che verrà lanciato nel 2010.
In conclusione, nell’accordo la NASA ha poi acquistato un intero volo della Soyuz per permettere l’invio di un astronauta di un terzo paese il quale aveva un accordo precedentemente firmato con la NASA, per un periodo di soggiorno sulla ISS di 6 mesi (Italia ?) di un proprio astronauta nel 2009.

Alberto Zampieron

Appassionato di spazio da sempre e laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino, è stato socio fondatore di ISAA. Collabora con Astronautinews sin dalla fondazione e attualmente coordina le attività fra gli articolisti.