ISS Weekly Status Report – 22.2018

ISS, Shuttle, Soyuz ed ATV

Pubblichiamo il nuovo report delle attività svolte dagli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale

13 agosto

Microbial Tracking-2 (MT-2)
Un membro dell’equipaggio ha raccolto campioni di saliva e sangue per l’indagine Microbial Tracking-2. Microbial Tracking-2 intende tracciare, nel corso di una ricerca della durata di un anno, i diversi tipi di microbi presenti sulla ISS attraverso una serie di campionamenti di superfici, atmosfera della ISS e saliva degli astronauti. I campioni raccolti vengono inviati a Terra per le analisi molecolari (DNA ed RNA) per identificare i tipi di microbi e per studiare come la flora microbica si modifica nel tempo.

Marrow
Un membro dell’equipaggio ha raccolto campioni di aria dell’atmosfera della ISS a supporto dell’esperimento Marrow. Marrow, esperimento della Canadian Space Agency (CSA), esamina l’effetto della microgravità sul midollo osseo. Si ritiene che la microgravità, così come lo stare a letto per lungo tempo sulla Terra, abbia un effetto negativo sul midollo osseo e sulle cellule del sangue che vengono prodotte nel midollo. La portata di questo effetto, ed il suo recupero, sono di fondamentale interesse sia per la ricerca nello spazio che per la salute umana sulla Terra.

Center for the Advancement of Science in Space (CASIS) Protein Crystal Growth (PCG) 13
L’equipaggio ha installato la strumentazione dell’esperimento PCG 13 ed ha preparato le provette per riempire i pozzetti della scheda PCG. CASIS PCG 13 cerca di migliorare il metodo con cui i cristalli vengono coltivati ​​in microgravità consentendo ai membri dell’equipaggio di osservare le imperfezioni all’interno di un cristallo e apportare modifiche in tempo reale agli esperimenti di follow-up, piuttosto che restituire il campione a Terra ed avviare una nuova elaborazione. Questo procedimento riduce drasticamente il tempo necessario per condurre un esperimento a bordo della stazione spaziale e crea una soluzione tempestiva, realistica e più economica per i ricercatori.

Binary Colloidal Alloy Test – Cohesive Sediment (BCAT-CS)
L’equipaggio ha predisposto i dieci campioni e li ha fotografati per documentare l’attività in corso. BCAT-CS si concentra sullo studio delle forze tra le particelle che si raggruppano utilizzando sedimenti di quarzo ed argilla. Condurre la ricerca sfruttando la microgravità presente sulla ISS rende possibile separare le forze che agiscono sulle particelle su un corto raggio (forze adesive) rispetto a quelle che agiscono su un lungo raggio (forze coesive). Il sistema al quarzo/argilla si trova comunemente in un’ampia varietà di ambienti come fiumi, laghi ed oceani, e svolge un ruolo importante negli sforzi tecnologici relativi alla perforazione per la ricerca di idrocarburi in acque profonde ed alla rimozione dell’anidride carbonica.

MarconISSta
L’equipaggio ha installato MarconISSta nel modulo Columbus e l’ha collegato alle antenne dell’Amateur Radio for the International Space Station (ARISS). L’indagine MarconISSta, dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA), sfrutta le caratteristiche di un analizzatore che monitora lo spettro delle radiofrequenze nelle bande VHF, UHF, L ed S allo scopo di catalogare l’uso corrente e la disponibilità di banda per le comunicazioni satellitari.

Barrios Protein Crystal Growth (PCG)
Oggi l’equipaggio ha recuperato una micropiastra Barrios PCG da un Minus Eighty Degree Celsius Laboratory Freezer for ISS (MELFI) ed ha posto i campioni in uno Space Automated Bioproduct Laboratory (SABL). Barrios PCG si concentra sul processo di miscelazione di diverse soluzioni utilizzando piastre multiuso commerciali. Il video della crescita dei cristalli di proteine ​​verrà inviato a Terra per la valutazione.

Potable Water Dispenser (PWD) Filter Remove and Replace (R&R) with Fan Filter Cleaning
Questa mattina, l’equipaggio ha sostituito il filtro dell’acqua del Potable Water Dispenser (PWD). Approfittando dell’accesso a questa Orbital Replacement Unit (ORU), l’equipaggio ha pulito le griglie di sfogo delle ventole poste sul retro del PWD. Sia la pulizia della ventola che la sostituzione del filtro, sono interventi periodici di manutenzione ordinaria necessari per mantenere pienamente operativo il PWD.

Portable Emergency Provisions (PEPS) Audit
L’equipaggio ha effettuato la manutenzione periodica ispezionando i Portable Fire Extinguishers (PFE), i Portable Breathing Apparatus (PBA) e gli Extension Hose Tee Kit (EHTK). E’ stata effettuata anche la manutenzione dei cablaggi del Quick Don Mask (QDM) e sono stati annotati i numeri di serie, i codici a barre e le posizioni di ciascun articolo. Questa attività viene normalmente svolta ogni 365 giorni.

Mobile Servicing System (MSS) Operations
Questa sera i Robotics Ground Controller manovreranno lo Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) per stivare il Robotic Offset Tool (ROST) e lo Special Purpose Dexterous Manipulator.

Public Affairs Office (PAO) Event
Lo Space Center Houston, il Johnson Space Center e Microsoft hanno collaborato alla organizzazione dell’evento YouthSpark Live per gli studenti del Boys and Girls Club of Greater Houston. Oggi, Ricky Arnold ha partecipato all’evento ed ha risposto alle domande poste dai circa 150 studenti presenti. YouthSpark è un evento coinvolgente progettato per consentire ai giovani interessati di approcciare il mondo delle Science Technology Engineering Arts and Mathematics (STEM).

14 agosto

Biological Experiment Laboratory (BioLab)
L’equipaggio ha installato oggi un nuovo BioLab Incubator Door Locking Bolt. Il BioLab è una struttura di ricerca multiutente e multiuso installata nel modulo Columbus che viene utilizzata per eseguire esperimenti di biologia spaziale su microrganismi, cellule, colture tessutali, piccole piante e piccoli invertebrati per migliorare la comprensione degli effetti della microgravità sugli organismi biologici.

Human Research (Cell-Free Epigenome (CFE), Marrow and Medical Proteomics)
Un membro dell’equipaggio della Soyuz 55S, giunto al traguardo del Flight Day 60 (FD60), ha raccolto campioni di sangue a supporto degli esperimenti Marrow, Cell Free Epigenome e Medical Proteomics.

  • Marrow, esperimento della Canadian Space Agency (CSA), esamina l’effetto della microgravità sul midollo osseo. Si ritiene che la microgravità, così come lo stare a letto per lungo tempo sulla Terra, abbia un effetto negativo sul midollo osseo e sulle cellule del sangue che vengono prodotte nel midollo. La portata di questo effetto, ed il suo recupero, sono di fondamentale interesse sia per la ricerca nello spazio che per la salute umana sulla Terra.
  • Cell Free Epigenome. Lo studio CFE analizza i geni cellulari presenti nel sangue degli astronauti. I risultati forniranno importanti informazioni sul comportamento del corpo umano durante il volo spaziale. L’indagine Medical Proteomics valuta i cambiamenti delle proteine ​​contenute nel siero del sangue, analizzerà le ossa ed i muscoli al termine del volo spaziale per l’identificazione delle proteine ​​correlate all’osteopenia. Combinando i risultati delle ricerche sui topi nello spazio, sugli astronauti e sui pazienti a Terra, si ritiene di riuscire ad identificare le proteine connesse alla osteopenia utilizzando la più recente tecnica di analisi del proteoma. I campioni raccolti sono stati stivati nel Minus Eighty Degree Laboratory Freezer for ISS (MELFI).
  • Medical Proteomics. L’indagine Medical Proteomics valuta i cambiamenti delle proteine ​​contenute nel siero del sangue, analizzerà le ossa ed i muscoli al termine del volo spaziale per l’identificazione delle proteine ​​correlate all’osteopenia. Combinando i risultati delle ricerche sui topi nello spazio, sugli astronauti e sui pazienti a Terra, si ritiene di riuscire ad identificare le proteine connesse alla osteopenia utilizzando la più recente tecnica di analisi del proteoma.

Rodent Research-7 (RR-7)
L’equipaggio ha pulito e ripopolato le gabbiette dei roditori, riponendo in un MELFI i campioni fecali e le barrette di cibo raccolti precedentemente. L’indagine RR-7 desidera indagare come l’ambiente spaziale influisca sulla comunità dei microrganismi del tratto gastrointestinale dei topi (noto anche come microbiota), ed analizzare gli effetti della microgravità su più sistemi fisiologici quali i sistemi gastrointestinale, immunitario, metabolico e circadiano.

Combustion Integrated Rack (CIR) Fuel Oxidizer Management Assembly (FOMA)
L’equipaggio ha sostituito oggi la CIR FOMA Calibration Unit. Il CIR ospita la strumentazione necessaria a supportare la ricerca sugli aspetti del processo di combustione in microgravità.

Story Time From Space
Un membro dell’equipaggio ha partecipato alla sessione “Story Time from Space” registrando un video mentre leggeva il racconto “A Moon of My Own”. Story Time è un progetto di alfabetizzazione volto alla promozione della scienza, della tecnologia, dell’ingegneria e della matematica e si compone di sette libri e delle relative dimostrazioni scientifiche realizzate dagli astronauti in orbita. La registrazione verrà inviata a Terra e sarà utilizzata per scopi didattici.

Extravehicular Mobility Unit (EMU) Data Recorder (EDaR) Cable Inspection and Install
L’equipaggio ha eseguito un’ispezione visiva di tutti i connettori e dei quattro cablaggi EDAR, aggiungendo un identificatore visivo a ciascun connettore per consentire ispezioni più rapide in futuro. Dopo aver verificato il corretto clock di tutti i connettori ed il corretto cablaggio di tutti i cavi, l’equipaggio ha installato il sistema EDaR sulle EMU 3003 e 3004. L’Extravehicular Mobility Unit (EMU) Data Recorder (EDaR) è un nuovo sistema che fornisce l’archiviazione dei dati in tempo reale ed incrementa la velocità del canale telemetrico tra le EMU ed i controller a Terra.

Public Affairs Office (PAO) Event
Drew Feustel ha registrato un messaggio che verrà utilizzato durante la presentazione di una nuova area dell’aeroporto di Amarillo, in Texas, dal titolo “From Amarillo to Outer Space” in onore del defunto astronauta della NASA e Comandante della missione Shuttle STS-107, Rick Husband. Sono stati registrati messaggi anche per il 29th Annual Thermal and Fluids Analysis Workshop e per l’incontro annuale della American Society of Cinematographers.

Intermodule Ventilation (IMV) Flow Measurement Survey
Le prove a Terra hanno rilevato errori nella procedura di calibrazione utilizzata nelle fasi di costruzione dei Velocicalc. Recentemente erano state rilevate misurazioni del flusso d’aria inferiori al previsto che avevano fatto pensare ad un problema ad una delle sonde in orbita. In risposta, l’equipaggio ha effettuato oggi nuove misurazioni del flusso d’aria nei pressi delle griglie del LAB Aft Port Fan utilizzando due diverse Sonde Velocicalc, facendo un confronto tra le unità per verificare che l’origine del problema fossero le letture delle sonde e non il sistema IMV. Per concludere l’attività, l’equipaggio ha utilizzato il Velocicalc di riserva per rieseguire le misurazioni del flusso IMV nei punti in cui erano state effettuate il mese scorso.

Water Process Assembly (WPA) Ion Exchange Bed Remove and Replace
L’equipaggio ha eseguito oggi una attività di manutenzione ordinaria per sostituire il WPA Ion Exchange Bed. Il WPA Ion Exchange Bed rimuove i sottoprodotti dell’ossidazione ionica prodotti nel reattore catalitico del WPA e distribuisce un disinfettante allo iodio per prevenire la crescita microbica nel serbatoio di stoccaggio dell’acqua e nel bus di alimentazione.

Mobile Servicing System (MSS) Operations
La scorsa notte, i Robotics Ground Controller hanno manovrato lo Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) per stivare il Robotic Offset Tool (ROST) e lo Special Purpose Dexterous Manipulator.

15 agosto

Russian ExtraVehicular Activity (EVA) 45
Oggi Artemyev (EV1) e Prokopev (EV2) sono usciti dal Docking Compartment (DC) 1 alle ore 11:17 CDT per effettuare l’attività extraveicolare #45 (Russian EVA #45). L’equipaggio russo sta lavorando per completare i seguenti compiti:

  • Rilascio di 2 nanosatelliti “Tanyusha-YuZGU” [Completato]
  • Rilascio di 2 nanosatelliti “SiriusSat” [Completato]
  • Utilizzo di una GoPro 360 per realizzare una panoramica per il canale televisivo “Russia Today”
  • Installazione di P/L “ICARUS” sul URM-D work station del Pl.II del Service Module (SM) [In Corso]
  • Rimozione e rilascio dell’hardware SE “Obstanovka” [Se rimane tempo]
  • Rimozione delle exposure cassettes 15 e 16 di “TEST” installate sul Mini Research Module (MRM)2
  • Rimozione delle exposure cassettes 17 e 18 di “TEST” installate sul DC1

Center for the Advancement of Science in Space (CASIS) Protein Crystal Growth (PCG) 13
L’equipaggio ha installato il payload PCG 13 ed ha preparato le provette e le pipette per il riempimento dei pozzetti dell’esperimento. CASIS PCG 13 cerca di migliorare il metodo con cui i cristalli vengono coltivati ​​in microgravità consentendo ai membri dell’equipaggio di osservare le imperfezioni all’interno di un cristallo e apportare modifiche in tempo reale agli esperimenti di follow-up, piuttosto che restituire il campione a Terra ed avviare una nuova elaborazione. Questo procedimento riduce drasticamente il tempo necessario per condurre un esperimento a bordo della stazione spaziale e crea una soluzione tempestiva, realistica e più economica per i ricercatori.

Sextant Navigation
L’equipaggio ha avviato la terza sessione dell’esperimento. Dopo la raccolta dei dati, l’equipaggio ha analizzato i risultati con gli specialisti a Terra. L’indagine Sextant Navigation si concentra sulla stabilità e l’osservazione della costellazione stellare in condizioni di microgravità. Gli astronauti a bordo dell’ISS utilizzeranno un sestante che sarà destinato ad essere utilizzato come sistema di supporto nelle future missioni di esplorazione della capsula Orion. I risultati di questa indagine potranno essere di aiuto nello sviluppo di metodi di navigazione di emergenza. Storicamente, le missioni Gemini nel 1965-66 furono le prime ad utilizzare l’osservazione stellare con un sestante. Il sestante era uno strumento di backup a disposizione degli astronauti delle missioni Apollo.

Surface Tension Containment Experiment-2
L’equipaggio ha utilizzato oggi una videocamera per fornire una documentazione video in diretta ad alta definizione delle operazioni Surface Tension Containment. Surface Tension Containment Experiment-2 è un progetto nato per supportare l’equipaggio della ISS nella conduzione di esperimenti al di fuori dei Glovebox. Valuta la formazione e la cattura delle microgoccioline che si formano quando una pipetta viene ripetutatemente inserita ed estratta da un liquido di una piastra per esperimenti oltre che verificare, in diverse condizioni, la stabilità di un liquido depositato in una piastra a pozzetti. L’esecuzione di esperimenti, in modo sicuro ed efficace, al di fuori dei gloveboxes non potrà che espandere le capacità di laboratorio proprie della Stazione Spaziale Internazionale.

Chemical Gardens
L’equipaggio ha prelevato un kit di fiale dell’esperimento Chemical Gardens 2 da una borsa di trasferimento, ha rotto il sigillo tra le due fiale e mescolato il contenuto di entrambe. Nell’esperimento Chemical Gardens, una selezione di sali di metalli viene aggiunta ad una soluzione acquosa di silicato di sodio (Na2SiO3), dando luogo alla formazione di strutture inorganiche che, da pochi minuti ad alcune ore, assomigliano alla crescita delle piante. Sulla Terra, il flusso indotto dalla gravità, dovuto alle differenze di galleggiabilità tra i reagenti, complica la nostra comprensione della fisica alla base di questi “giardini chimici”. Condurre questo esperimento in microgravità permetterà la rimozione degli effetti gravitazionali, assicurando una crescita controllata e consentirà ai ricercatori una migliore valutazione dell’iniziazione e dell’evoluzione dei giardini chimici.

Story Time From Space
Un membro dell’equipaggio ha partecipato alla sessione “Story Time from Space” registrando un video mentre leggeva il racconto “Ada Twist, Scientist”. Story Time è un progetto di alfabetizzazione volto alla promozione della scienza, della tecnologia, dell’ingegneria e della matematica e si compone di sette libri e delle relative dimostrazioni scientifiche realizzate dagli astronauti in orbita. La registrazione verrà inviata a Terra e sarà utilizzata per scopi didattici.

Japanese Experiment Module (JEM) PS-120 Junction Box Remove and Replace (R&R)
Oggi, l’equipaggio ha sostituito la scatola di giunzione PS-120 installata nella posizione JPM1A7, dopodiché ha ricollegato tutti i carichi a valle. PS-120 è una ciabatta per connessioni elettriche che contiene una protezione da sovracorrente per salvaguardare i carichi ad essa collegati.

Permanent Multipurpose Module (PMM) 1O2 Rack Cleanout
In preparazione dell’arrivo del cargo della missione HTV-7, previsto per il mese prossimo, l’equipaggio ha svuotato il rack del PMM1O2 per fare spazio alla spazzatura. Tutti gli articoli contenuti in questo rack sono stati ordinati in sacchetti e trasferiti al Gutted Mares Rack nella posizione PMM1D4.

ExtraVehicular Activity (EVA) Loop Scrub Hardware Reorganization
Tempo fa, l’equipaggio aveva sostituito l’obsoleto sistema EVA Loop Scrub e parte dell’Airlock Cooling Loop Recovery Unit (ALCLR) con nuovi componenti che erano giunti sulla ISS ad inizio anno. Questo nuovo hardware aggiunge la capacità di rilevare in tempo reale, durante le operazioni di pulizia, il valore di conduttività elettrica dell’acqua.

16 agosto

Russian ExtraVehicular Activity (EVA) 45
Ieri Artemyev (EV1) e Prokopev (EV2) sono usciti dal Docking Compartment (DC) 1 alle ore 11:17 CDT per effettuare l’attività extraveicolare #45 (Russian EVA #45) durata 7 ore e 45 minuti. L’equipaggio è stato in grado di completare i seguenti compiti:

  • Rilascio di 2 nanosatelliti “Tanyusha-YuZGU”
  • Rilascio di 2 nanosatelliti “SiriusSat”
  • Installazione di P/L “ICARUS” sul URM-D work station del Pl.II del Service Module (SM)
  • Rimozione delle exposure cassette 17 e 18 di “TEST” installate sul DC1

Bigelow Expandable Aerospace Module (BEAM) Ingress
L’equipaggio è entrato nel modulo BEAM per sostituire uno dei quattro sensori Distributed Impact Detection System (DIDS). I sensori DIDS sono utilizzati per triangolare una posizione di impatto e stimare l’entità dell’impatto nell’eventualità di un evento MMOD. Approfittando di essere entrati nel modulo. l’equipaggio ha sostituito i cavi dei sensori Wireless Temperature System (WTS) con cavi più lunghi. Questi nuovi cavi consentiranno all’equipaggio di riposizionare tutti i pacchi batteria del sensore in una posizione centrale sul BEAM Forward Bulkhead, permettendo in futuro un notevole risparmio di tempo dell’equipaggio per sostituire tutte le batterie. Infine, l’equipaggio ha sostituito la Kynar Bag, che era stata utilizzata temporaneamente per indirizzare l’aria del flusso di ventilazione da BEAM al Node 3, con un giunto fabbricato a Terra.

Pressurized Mating Adapter (PMA)2 Hardware Gather
L’equipaggio è entrato nel PMA2 per recuperare le V-guide destra e sinistra. Questi strumenti verranno portati all’esterno della ISS durante la prossima attività extraveicolare in programma il 20 settembre. Le V-guide vengono utilizzate per assistere l’equipaggio nel caso in cui un radiatore debba essere retratto.

Chemical Gardens
L’equipaggio ha prelevato un kit di fiale dell’esperimento Chemical Gardens 2 da una borsa di trasferimento, ha rotto il sigillo tra le due fiale e mescolato il contenuto di entrambe. Nell’esperimento Chemical Gardens, una selezione di sali di metalli viene aggiunta ad una soluzione acquosa di silicato di sodio (Na2SiO3), dando luogo alla formazione di strutture inorganiche che, da pochi minuti ad alcune ore, assomigliano alla crescita delle piante. Sulla Terra, il flusso indotto dalla gravità, dovuto alle differenze di galleggiabilità tra i reagenti, complica la nostra comprensione della fisica alla base di questi “giardini chimici”. Condurre questo esperimento in microgravità permetterà la rimozione degli effetti gravitazionali, assicurando una crescita controllata e consentirà ai ricercatori una migliore valutazione dell’iniziazione e dell’evoluzione dei giardini chimici.

Manufacturing Device (MD) 3D Printer
L’equipaggio ha rimosso e stivato un oggetto stampato dalla stampante 3D. Il Manufacturing Device-Additive Manufacturing Facility (AMF) consente la produzione di componenti 3D sulla ISS. Manufacturing Device è costituito dall’Additive Manufacturing Facility (AMF), un impianto di produzione permanente installato sulla ISS. AMF è in grado di produrre pezzi on-demand. AMF permette la riparazione immediata di componenti essenziali della ISS, essendo in grado di produrre pezzi più grandi, di più elevata complessità e di più grande precisione rispetto a quanto prodotto fino ad oggi sulla ISS.

Team Task Switching (TTS)
Un membro dell’equipaggio ha risposto oggi alle domande di un questionario dello studio Team Task Switching. Tutti gli astronauti a bordo della ISS sono spesso obbligati ad interrompere una attività per dirottare la propria attenzione ad altro. Queste interruzioni possono avere riflessi sulle prestazioni di entrambe le attività, sia quella interrotta che la nuova a cui è stata rivolta l’attenzione. Sono inoltre possibili ulteriori impatti, come ad esempio sulla motivazione del singolo. L’obiettivo dell’indagine Team Task Switching è quello di acquisire conoscenze sul fatto che i membri dell’equipaggio abbiano o meno difficoltà nel cambiare mansione e determinare l’impatto di queste interruzioni al fine di ridurre le eventuali conseguenze negative e migliorare la motivazione e l’efficacia individuale e di squadra.

Russian EVA 45 Tool Inspection and Stow
Sono state ispezionate e stivate le videocamere GoPro e le EMU (Extravehicular Mobility Unit) Interchangeable Portable Light (EHIP) utilizzate dall’equipaggio russo durante l’attività extraveicolare di ieri.

CrewNet Commissioning
Oggi l’equipaggio ha collaudato le prestazioni e l’ampiezza di banda del nuovo apparato CrewNet utilizzando il Tracking and Data Relay Satellite (TDRS) 275. La rete CrewNet è un nuovo sistema che consentirà una maggiore velocità di connessione con le risorse a Terra nonché l’aggiornamento automatico delle app per iPad che vengono utilizzate dall’equipaggio della ISS per gestire la pianificazione delle attività quotidiane.

Split Atmosphere Test
Al fine di definire le prestazioni attuali del Lab Carbon Dioxide (CO2) Removal Assembly (CDRA), l’IMV è stato riconfigurato per separare i flussi di ricircolo dell’aria dei segmenti americani e russi della ISS. Entrambi i segmenti saranno in grado di raccogliere dati sulle capacità di rimozione della CO2. Si prevede di lasciare attiva questa configurazione per almeno cinque giorni.

Dedicated Thruster Firing Test
Gli specialisti a Terra hanno svolto oggi un test per raccogliere dati di performance delle accensioni dei thruster. Il test è durato circa 15 minuti durante i quali ci sono state cinque accensioni della durata di un secondo seguite da un periodo di volo libero. E’ stato applicato un periodo di volo libero di 3 secondi tra le prime due accensioni del thruster ed un periodo di volo libero di ~3 minuti tra le altre tre accensioni.

17 agosto

SUPVIS-JUSTIN
L’equipaggio ha installato la strumentazione dell’indagine ESA – SUPVIS-Justin. SUPVIS-Justin, che fa parte del programma Meteron, intende dimostrare che un astronauta su una stazione spaziale orbitante è in grado di controllare e condurre un robot remoto tramite un tablet o PC. L’esperimento SUPVIS-Justin include un concetto di autonomia estesa; l’equipaggio fornisce comandi di alto livello al robot che, tramite la sua logica, potrà completare in autonomia un’attività secondo gli algoritmi pre-programmati. In questo senso, la responsabilità del processo decisionale è condivisa tra l’equipaggio ed il robot.
[NDT : L’esperimento SUPVIS affronta lo scenario dell’esplorazione planetaria. L’esperimento mira a dimostrare la possibilità di governare da remoto un robot a svolgere compiti complessi. SUPVIS si svolgerà in un ambiente simulato. In particolare, il robot umanoide, di stanza a Terra presso il German Aerospace Center (DLR) a Oberpfaffenhofen in Germania, sarà pilotato dalla Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Il robot non risolverà l’intera attività in modo autonomo, ma sarà guidato da un astronauta dallo spazio. Sostanzialmente verrà realizzato il concetto di un robot che agirà come un collaboratore dell’astronauta in orbita.]

Manufacturing Device Granular Damping
Questa mattina l’equipaggio ha assemblato lo strumento Manufacturing Device Granular Damping. L’esperimento Manufacturing Device Granular Damping mostra il meccanismo di smorzamento del materiale granulare, che può essere reso più efficace in condizioni di microgravità rispetto a quanto osservato a Terra. Per questa dimostrazione vengono utilizzati gusci granulari tridimensionali che sono stati prodotti in orbita. Alcune piccole particelle (granuli) sono confezionate all’interno di un guscio più grande (smorzatore) che è sferico o cilindrico. L’esperimento intende dimostrare come la diversa quantità di materiale di riempimento influenzi il valore di dissipazione in caso di collisione.

Synchronized Position Hold, Engage, Reorient, Experimental Satellites (SPHERES) ReSwarm
L’equipaggio ha eseguito la sessione inaugurale dell’esperimento SPHERES ReSwarm. Questa sessione sarà utilizzata per valutare la prestazione su sei gradi di libertà – six-degrees of freedom (dof) – di un algoritmo di controllo che distingue i compiti di mantenimento e di governo di una formazione di satelliti. Si prevede che in un prossimo futuro le formazioni di piccole astronavi diventeranno una realtà, ampliando la gamma delle capacità delle missioni di osservazione della Terra e dello spazio. Gli algoritmi di controllo di ReSwarm sono applicabili a formazioni di piccoli veicoli spaziali. Si adattano facilmente alle dimensioni della formazione e rimangono applicabili a più scenari di missione.

Barrios Protein Crystal Growth (PCG)
L’equipaggio ha utilizzato il microscopio del NanoRacks per scattare alcune fotografie dei campioni dell’esperimento. Barrios PCG si concentra sul processo di miscelazione di diverse soluzioni utilizzando piastre multiuso commerciali. Il video della crescita dei cristalli di proteine ​​verrà inviato a Terra per la valutazione.

Binary Colloidal Alloy Test – Cohesive Sediment (BCAT-CS)
L’equipaggio ha controllato l’allineamento e la messa a fuoco della telecamera visualizzando sul portatile le immagini BCAT più recenti. BCAT-CS si concentra sullo studio delle forze tra le particelle che si raggruppano utilizzando sedimenti di quarzo ed argilla. Condurre la ricerca sfruttando la microgravità presente sulla ISS rende possibile separare le forze che agiscono sulle particelle su un corto raggio (forze adesive) rispetto a quelle che agiscono su un lungo raggio (forze coesive). Il sistema al quarzo/argilla si trova comunemente in un’ampia varietà di ambienti come fiumi, laghi ed oceani, e svolge un ruolo importante negli sforzi tecnologici relativi alla perforazione per la ricerca di idrocarburi in acque profonde ed alla rimozione dell’anidride carbonica.

Story Time From Space
Questa mattina un membro dell’equipaggio ha partecipato alla sessione “Story Time from Space” registrando un video mentre leggeva il racconto “If I Were anAstronaut”. Story Time è un progetto di alfabetizzazione volto alla promozione della scienza, della tecnologia, dell’ingegneria e della matematica e si compone di sette libri e delle relative dimostrazioni scientifiche realizzate dagli astronauti in orbita. La registrazione verrà inviata a Terra e sarà utilizzata per scopi didattici.

ExtraVehicular Activity (EVA) Battery Charging
L’equipaggio ha configurato il caricabatterie per avviare un ciclo di ricarica di due Extravehicular Mobility Unit (EMU) Long Life Battery (LLB). Queste batterie verranno utilizzate nel corso di una attività extraveicolare prevista per il prossimo mese di settembre.

Treadmill 2 (T2)
Questa mattina, il rack del Tradmill 2 (T2) ha segnalato un falso allarme incendio durante l’utilizzo da parte dell’equipaggio. L’attività è stata interrotta. È stata tentata la risoluzione dei problemi ma poco dopo si è verificato un secondo falso allarme. Il T2 è attualmente stato dichiarato “NO GO” per l’uso. Gli specialisti a Terra stanno indagando le cause dei falsi allarmi.

20 agosto

Waste Hygiene Compartment (WHC) Blower Circuit Breaker Trip
Questa mattina è scattato l’interruttore della ventola del WHC. L’equipaggio ha tentato il ripristino ma l’interruttore si è bloccato nuovamente. Gli specialisti a Terra hanno suggerito all’equipaggio la sostituzione della ventola ed ora il WHC è tornato alla piena operatività.

Japanese Experiment Module (JEM) Airlock Operations for the German Space Agency (DLR) Earth Sensing Imaging Spectrometer (DESIS)
L’equipaggio ha rimosso oggi il Japanese Small Satellite Orbital Deployer 9 (J-SSOD#9) e la Multipurpose Experiment Platform (MPEP) dalla JEM Airlock Slide Table per installare al loro posto i Payload Mounting Assembly (PMA) e DESIS. Si ritiene che l’indagine DESIS migliorerà le capacità di imaging iperspettrale spaziale (dallo spettro visivo al vicino infrarosso) del telerilevamento terrestre. Le immagini acquisite verranno trasferite su un cloud che fornisce accesso commerciale agli utenti.

Advanced Colloids Experiment-Temperature-2 (ACE-T-2)
L’equipaggio ha configurato l’LMM (Light Microscopy Module) nel Fluids Integrated Rack (FIR) ed ha posizionato al suo interno un campione ACE-T-2. L’esperimento ACE-T-2 esamina la formazione di strutture complesse formate da particelle colloidali della grandezza di pochi micron che interagiscono attraverso interazioni sintonizzabili. I campioni contengono sospensioni di particelle colloidali che in prossimità della temperatura critica del solvente danno luogo a interazioni critiche tra le particelle. La regolazione della temperatura consente il controllo delle interazioni tra le particelle, portando alla formazione di strutture complesse.

ESA’s SpacTex-2 and Metabolic Space
Un membro dell’equipaggio ha indossato l’attrezzatura Metabolic Space, il Thermolab, un cardiofrequenzimetro ed una maglietta SpaceTex per dare il via all’indagine SpaceTex-2 effettuando una sessione di allenamento con il Cycle Ergometer with Vibration Isolation and Stabilization (CEVIS). I tessuti SpaceTex forniscono una maggiore velocità di evaporazione del sudore ed una corrispondente maggiore perdita di calore per evaporazione rispetto ai tessuti di cotone usati normalmente dagli astronauti sulla ISS. Metabolic Space, indossato dagli astronauti, è un sistema in grado di fornire la misurazione dei parametri cardio-polmonari durante le attività fisiche che gli astronauti vivono a bordo della ISS, pur consentendo una mobilità senza restrizioni.

Biomolecule Extraction and Sequencing Technology (BEST)
L’equipaggio ha lavato le superfici del PMM e dei Crew Quarters designate alla raccolta dei campioni e poi ha utilizzato la Miniature Polymerase Chain Reaction (miniPCR) per prelevare alcuni campioni ed estrarne il DNA. I campioni sono stati stivati in un MELFI in attesa del loro invio a Terra. L’indagine BEST studia l’uso dell’analisi del DNA per l’identificazione degli organismi microbici sconosciuti che vivono sulla ISS e di come gli esseri umani, le piante ed i microbi si adattano a vivere sulla ISS.

Granular Damping
A supporto della Flying Classroom 2 Education Payloads Operations (EPO) dell’ESA, un membro dell’equipaggio ha registrato un video che mostra il meccanismo di smorzamento dei materiali granulari. L’esperimento Manufacturing Device Granular Damping mostra il meccanismo di smorzamento del materiale granulare, che può essere reso più efficace in condizioni di microgravità rispetto a quanto osservato a Terra. Per questa dimostrazione vengono utilizzati gusci granulari tridimensionali che sono stati prodotti in orbita. Alcune piccole particelle (granuli) sono confezionate all’interno di un guscio più grande (smorzatore) che è sferico o cilindrico. L’esperimento intende dimostrare come la diversa quantità di materiale di riempimento influenzi il valore di dissipazione in caso di collisione.

Pistol Grip Tool (PGT) Torque Analyzer Kit (TAK) Data Collection
L’equipaggio ha tentato di utilizzare oggi il Torque Analyzer Kit (TAK) per verificare i valori di coppia dei Pistol Grip Tool (PGT). Gli specialisti a Terra stanno analizzando il problema. Il PGT è sostanzialmente un trapano programmabile, progettato per essere utilizzato dai membri dell’equipaggio durante le attività extraveicolari. Questo test annuale fa parte della manutenzione ordinaria dei PGT necessaria per garantire che i valori di coppia erogati dallo strumento corrispondano alle impostazioni richieste dall’astronauta.

Treadmill 2 (T2) Status
Dopo l’errata indicazione di allarme incendio di venerdì scorso, l’equipaggio ha eseguito oggi l’attivazione e la verifica del T2. Gli specialisti a Terra hanno esaminato i dati acquisiti durante la verifica ed hanno successivamente dichiarato “GO” il Treadmill 2 per il normale utilizzo.

V-Guide Bag Assembly
L’equipaggio ha assemblato e configurato la V-Guide Bag e le Radiator V-Guide che dovrebbero essere portate all’esterno della ISS nel corso della prossima attività extraveicolare. In emergenza, le V-Guide consentirebbero allo Space Station Remote Manipulator System (SSRMS) di rimuovere ed installare un Radiator Orbital Replacement Unit (ORU) guasto sui tralicci S1 o P1.

Live Public Affairs Office (PAO) Event
Gerst ha partecipato oggi ad un Public Affairs Office (PAO) collegandosi con Peter Altmaier, ministro federale tedesco per gli affari economici, l’energia e lo spazio. Hanno discusso della rilevanza della ricerca umana in microgravità e dell’importanza della cooperazione internazionale nello spazio.

21 agosto

BioServe Protein Crystallography (BPC)-1
L’equipaggio ha svolto oggi le operazioni BioServe Protein Crystallography Microscope. Sono stati prelevati i campioni di cristallografia proteica BioServe dallo Space Automated Bioproduct Laboratory (SABL) per osservarli e fotografarli. BPC-1 cerca di dimostrare la fattibilità di condurre la crescita di cristalli proteici in tempo reale a bordo della ISS. I membri dell’equipaggio aggiungono soluzioni chimiche, osservano i cristalli che si formano e si regolano per gli esperimenti successivi. Questo approccio offre agli scienziati a Terra la possibilità di ottimizzare la crescita dei cristalli in microgravità invece che attendere che i campioni vengano inviati a Terra e successivamente rispediti di nuovo sulla ISS.

Biomolecule Extraction and Sequencing Technology (BEST)
L’equipaggio ha lavato le superfici del PMM e dei Crew Quarters designate alla raccolta dei campioni e poi ha utilizzato la Miniature Polymerase Chain Reaction (miniPCR) per prelevare alcuni campioni ed estrarne il DNA. I campioni sono stati stivati in un MELFI in attesa del loro invio a Terra. L’indagine BEST studia l’uso dell’analisi del DNA per l’identificazione degli organismi microbici sconosciuti che vivono sulla ISS e di come gli esseri umani, le piante ed i microbi si adattano a vivere sulla ISS.

Binary Colloidal Alloy Test – Cohesive Sediment (BCAT-CS)
L’equipaggio ha controllato l’allineamento e la messa a fuoco della fotocamera visualizzando su un laptop le immagini BCAT più recenti. BCAT-CS si concentra sullo studio delle forze tra le particelle che si raggruppano utilizzando sedimenti di quarzo ed argilla. Condurre la ricerca sfruttando la microgravità presente sulla ISS rende possibile separare le forze che agiscono sulle particelle su un corto raggio (forze adesive) rispetto a quelle che agiscono su un lungo raggio (forze coesive). Il sistema al quarzo/argilla si trova comunemente in un’ampia varietà di ambienti come fiumi, laghi ed oceani, e svolge un ruolo importante negli sforzi tecnologici relativi alla perforazione per la ricerca di idrocarburi in acque profonde ed alla rimozione dell’anidride carbonica.

Mobile Servicing System (MSS) Operations
Questa sera, i Robotics Ground Controller useranno lo Special Purpose Dexterous Manipulator (SPDM) per ingaggiare i gimbal locks sulla piattaforma Multiple User System for Earth Sensing (MUSES). Il payload DLR Earth Sensing Imaging Spectrometer (DESIS), che è stato installato ieri nel JEM Airlock, sarà trasferito sulla piattaforma MUSES settimana prossima. MUSES è una piattaforma basata su FRAM che può ospitare fino a quattro payload dedicati al rilevamento terrestre. MUSES, giunto sulla ISS a bordo del cargo Dragon della missione SpX-11, è installato su ELC-4.

Japanese Experiment Module Remote Manipulator System (JEMRMS) Small Fine Arm (SFA) Backup Drive System (BDS) Install and Checkout
L’equipaggio ha installato il nuovo Small Fine Arm (SFA) Backup Drive System (BDS) ed ha riconfigurato il cablaggio del JEMRMS. Questo nuovo BDS offre funzionalità di backup ad SFA e, insieme al BDS JEMRMS già installato, consente agli operatori di operare in sicurezza con il sistema JEMRMS anche in caso di guasto della console di comando primaria.

Emergency Mask Review On Board Training (OBT)
L’equipaggio della Soyuz 55S ha ripassato le procedure previste per indossare correttamente le maschere di emergenza. Ogni equipaggio effettua regolari sessioni di addestramento per acquisire familiarità con le procedure di emergenza e con eventi non nominali che possono accadere a bordo della ISS.

WHC Waste and Hygiene Compartment (WHC) Piping Remove and Replace (R&R)
L’equipaggio ha sostituito le tubazioni poste tra il Pump Separator e la Dose Pump del WHC. Programmata ogni 180 giorni, questa attività di manutenzione ordinaria garantisce il corretto funzionamento del WHC e riduce al minimo la probabilità di perdite all’interno del sistema.

Fonte: NASA

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

https://www.forumastronautico.it/t/26617

Marco Carrara

Da sempre appassionato di spazio, da piccolo sognavo ad occhi aperti guardando alla televisione le gesta degli astronauti impegnati nelle missioni Apollo, crescendo mi sono dovuto accontentare di una più normale professione come sistemista informatico in una banca radicata nel nord Italia. Scrivo su AstronautiNews dal 2010; è il mio modo per continuare a coltivare la mia passione per lo spazio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.