Accordi d’intesa tra l’Arabia Saudita e Virgin Group

Richard Branson a colloquio con il principe Mohammed bin Salman Al Saud, credit Saudi Press Agency.

L’Arabia Saudita ha recentemente comunicato di voler investire oltre 1 miliardo di dollari nelle tre società aerospaziali di Richard Branson: Virgin Galactic, Virgin Orbit e The Spaceship Company. A sua volta il miliardario inglese si è impegnato per finanziare una serie di progetti sauditi legati al turismo e naturalmente ai voli suborbitali.

L’accordo non vincolante è stato ufficialmente siglato da Yasir bin Othman Al-Rumayyan, Managing Director del Public Investment Fund (PIF) saudita e da Patrick McCall, Senior Managing Director del gruppo Virgin, con il beneplacito del principe ereditario e Ministro della Difesa Mohammad bin Salman Al-Saud e Sir Richard Branson, fondatore di Virgin.

“Questa collaborazione con il gruppo Virgin riflette il grande sforzo che il nostro regno sta compiendo verso un futuro economico diversificato” ha affermato il principe saudita, fratello minore di Sultan bin Salman Al Saud che volò sullo space shuttle Discovery nella missione STS-51-G del giugno 1985. “Il futuro dell’Arabia Saudita è dettato dall’innovazione, come mostrato durante il meeting di questa settimana e sarà attraverso la collaborazione con organizzazioni come Virgin che daremo dei contributi attivi al settore tecnologico, favorendo il progresso a livello globale.”

Da parte sua Richard Branson si è detto deliziato nell’accogliere il regno saudita tra i partners delle sue società aerospaziali ed ha aggiunto: “Siamo ormai a pochi mesi dal primo volo suborbitale con equipaggio di Virgin Galactic e dal primo volo commerciale di Virgin Orbit per la messa in orbita di satelliti. Questo investimento ci consentirà di sviluppare un nuovo sistema per il volo spaziale abitato ed accelerare il nostro programma per uno spazioplano transcontinentale per collegare rapidamente varie parti del pianeta.”

Rappresentazione artistica di un ipotetico spazioplano di Virgin.

Chiarendo che gli investimenti sauditi nel gruppo Virgin dovranno essere prima approvati dal governo statunitense, Branson ha anche assicurato i propri dipendenti che la maggioranza societaria rimarrà comunque del gruppo e che le sedi delle società rimarranno in California e New Mexico.

Rappresentazione artistica del parco dei divertimenti a tema spaziale che sorgerà a Riyadh.

Branson ha anche annunciato che il gruppo Virgin parteciperà alla costruzione della nuova città turistica di Neom sul Mar Rosso ed al progetto di un parco dei divertimenti a tema spaziale nella capitale Riyadh, con la possibilità di effettuare voli spaziali suborbitali con la SpaceShip Two.

Fonte Virgin Group

Segui la discussione su ForumAstronautico.it

http://www.forumastronautico.it/index.php?topic=27031.0

Simone Montrasio

Appassionato di astronautica fin da bambino, gli studi ed il lavoro mi hanno tenuto occupato nel settore chimico industriale fino al 2011 quando ho deciso di cambiare completamente vita e dedicarmi alla campagna. Collaboro felicemente con AstronautiNEWS dalla sua fondazione con una pausa sabbatica tra il 2011 ed il 2013.

Potrebbero interessarti anche...

  • espirit

    Ma Virgin Group si occupa ancora di Spazio? Se ne parla da anni ma di risultati concreti praticamente 0.